Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieoristanoCronacaAmbiente › Rifiuti di Arborea a Oristano, sanzione per due persone
Red 18 aprile 2017
Da indagini della polizia locale è risultato che i rifiuti provenivano dall’abitazione di un persona residente a Arborea che risponderà in solido con il responsabile della violazione per la quale è prevista una sanzione di 600 euro
Rifiuti di Arborea a Oristano, sanzione per due persone


ORISTANO - A seguito di complesse indagini il nucleo Polizia Giudiziaria della Polizia Locale di Oristano è riuscito ad individuare l’autore di un corposo abbandono di rifiuti. Materiale di risulta, parti di mobili e altri materiali provenienti dalla ristrutturazione di un bagno sono stati abbandonati in una zona periferica di Oristano nei primi giorni di aprile. Nei giorni successivi, grazie alla collaborazione di alcuni cittadini e con l’ausilio della videosorveglianza, si è potuti risalire all’autore della violazione che è stato identificato in G.A.M., 33enne residente a Santa Giusta.

Da ulteriori accertamenti è stato anche possibile risalire al luogo dove i rifiuti sono stati prodotti: è risultato che i rifiuti provenivano dall’abitazione di un persona residente a Arborea che risponderà in solido con il responsabile della violazione per la quale è prevista una sanzione di 600 euro. È stato grande lo stupore degli agenti intervenuti nello scoprire che i rifiuti prodotti ad Arborea e consegnati ad una persona di Santa Giusta siano stati abbandonati a Oristano constatando, ancora una volta, che è preferibile far fare lunghi percorsi ai rifiuti piuttosto che servirsi dei centri di raccolta.

Peraltro, durante le prime fasi delle indagini il G.A.M. aveva giustificato il deprecabile gesto asserendo di essere cognato di tale M.M, molto attivo nei social network locali, consulente ambientale con ufficio a Oristano, il quale avrebbe suggerito di abbandonare tranquillamente i rifiuti in territorio di Oristano in quanto i vigili non si curavano degli aspetti ambientali e dell’abbandono dei rifiuti, ma erano dediti solo a perseguire le infrazioni del codice della strada e l’eccesso di velocità in particolare.

«L’attività della Polizia Locale in materia ambientale è costante, ma troppo spesso capita di dover fare i conti con l’assenza anche di un minimo di coscienza civica – osserva il Comandante della Polizia Locale Rinaldo Dettori -. Il fenomeno interessa, purtroppo, anche persone insospettabili come dimostra quest’ultimo episodio che ha permesso di individuare professionisti e persone di cultura elevata». «Da anni il Comune di Oristano offre numerosi servizi per il ritiro a domicilio dei rifiuti, eppure ancora oggi accade con troppa frequenza che pochi sconsiderati attentino all’ambiente e alla salute pubblica abbandonando ogni genere di rifiuti» commenta l’assessore all’Ambiente Efisio Sanna.
Commenti
27/4/2017
Una ferita profonda al cuore di uno dei paesaggi più suggestivi del mondo: ha detto il deputato Unidos Mauro Pili nell’interrogazione urgente al Ministro dell’Ambiente e a quello della Difesa
20:48
Chiusa un’intera area di circa un ettaro che ricade nel Comune di Porto Torres sede di detenzione e traffico organizzato di rifiuti pericolosi. Ragioni che hanno fatto scattare il sequestro preventivo di un´area del Consorzio industriale di Sassari
14:14
Riduzione sulla tariffa del tributo per la raccolta dei rifiuti per coloro che decideranno di avvalersene. L'adesione determinerà risparmi per le utenze tra il 5 e il 10%
17:52
Primo Maggio all´Asinara a 20 anni dalla istituzione del Parco Nazionale confronto tra le istituzioni e le aree protette della Sardegna, escursioni e musica
27/4/2017
Per l’associazione di trapiantati si è concluso un fine settimana ricco di appuntamenti: sabato una giornata di solidarietà e sport all’Istituto Paglietti e il giorno precedente un incontro con gli studenti del Liceo Azuni di Sassari e un’assemblea pubblica nello stesso Comune. Infine domenica un’assemblea dei soci della Provincia
27/4/2017
Il consorzio industriale provinciale del Nord Est Sardegna, con un investimento di 20 milioni di euro, vorrebbe raddoppiare i metri quadrati da destinare alla discarica di Spiritu Santu
© 2000-2017 Mediatica sas