Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziecagliariSpettacoloTeatro › Si alza il sipario sul Teatro Senza Quartiere
Red 21 aprile 2017
A dare il la alla rassegna firmata Teatro del Segno, domani sera, al Ts´E/Teatro Sant´Eusebio di Cagliari, sarà la poliedrica Rossella Faa, cantante e compositrice, performer ed attrice, sulle note (e parole) di“Baa-Bà!”
Si alza il sipario sul Teatro Senza Quartiere


CAGLIARI - Un affascinante viaggio tra miti e leggende dell'Isola per l'inaugurazione di Teatro Senza Quartiere. A dare il la alla rassegna firmata Teatro del Segno, domani, sabato 22 aprile, alle ore 20.30, alTs'E/Teatro Sant'Eusebio, in Via Quintino Sella, nel cuore di Is Mirrionis, a Cagliari, sarà la poliedrica Rossella Faa, cantante e compositrice, performer ed attrice, sulle note (e parole) di“Baa-Bà!”. Un'antologia di “Storie e Ricette (e Preghiere)... fatte a Canzone” per lo spettacolo/concerto che racconta l'amore e la solitudine, la gelosia ed il tradimento, ma anche l'incanto dell'infanzia e la diversità tra (auto)ironia e poesia.

Un raffinato divertissement in cui le sonorità della lingua sarda (nella variante campidanese) s'intrecciano a suggestioni d'oltreoceano, in un libero gioco di accostamenti e contrasti, tra variazioni sul tema ed inedite “contaminazioni”, in cui l'artista di Masullas, come una moderna cantastorie, intesse la delicata trama dei suoi racconti fantastici. La cultura popolare della Sardegna, con il suo ricco patrimonio di apologhi e canti, filastrocche e favole, offre molteplici spunti tra rimandi alla ricerca filologica ed etnografica e alle varie forme di sperimentazione musicale e letteraria che si ispirano e “reinventano” la tradizione in chiave (e con sensibilità) contemporanea.

Sotto i riflettori (insieme a Rossella Faa, voce narrante e “cantante” della performance teatral-musicale impreziosita da immagini originali ed emblematiche), l'affiatato ensemble che schiera Giacomo Deiana alla chitarra, Nicola Cossu al contrabbasso e Stefano Sibiriu alle percussioni, tra echi del Centro e del Sudamerica (dalla Bossa Nova ai ritmi di Cuba) e la libertà d'improvvisazione del Jazz. “Baa-Bà!”, un progetto originale nato intorno all'idea di affrontare l'universo femminile nelle sue diverse sfaccettature, compresa l'inclinazione alla “singletudine”, da cui è scaturito l'omonimo album (fresco di “ristampa” in forma di libro/cd e disponibile nel foyer per chi desiderasse un souvenir della serata), descrive il mondo “dalla parte delle bambine” con uno sguardo attento all'attualità. Tra la dolcezza di una ninna-nanna (“Ninna Pippia”) per fugare incubi e paure dell'infanzia, e la melodia meravigliosa e struggente de “S'Acqua 'e s'Oru”, affiora l'insolito ed efficace ritratto di “Arrannegadedda”, da cui trarre consiglio su come reagire alla malinconia compiendo “atti contrari”, accanto alla deliziosa “Cannacca Macca” sul senso prezioso della “diversità” a fronte di pregiudizi e timori, quasi e presagire la ricchezza di una società multietnica.

Nella foto (di Marco Floris): Rossella Faa
7:47
Il fascino di Nora, tra mito e storia: debutta in prima nazionale oggi e poi ancora sabato 29 luglio, “Tracce nella città sommersa”, di e con Rossella Dassu. E´ un intrigante “Percorso teatrale nel sito archeologico di Nora” in cui si intrecciano i monumenti del passato ed il mistero dei Shardana, gli antichi abitanti dell´Isola al centro del Mediterraneo, il cui nome è inciso su una stele rinvenuta durante gli scavi
© 2000-2017 Mediatica sas