Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziecagliariPoliticaViabilità › «Con l'Anas sono stati persi due anni»
Red 22 aprile 2017
Il capogruppo dei Riformatori sardi-Liberaldemocratici in Consiglio regionale Attilio Dedoni interviene nella querelle Anas-Regione sui lavori che stanno interessando da tempo la Strada statale 554
«Con l'Anas sono stati persi due anni»


CAGLIARI - «Sono trascorsi due anni da quando nella politica regionale si è aperto il dibattito sulla necessità di “regionalizzare” l’Anas, portando le strade statali sarde sotto il controllo di un’agenzia regionale appositamente costituita. A parole, in tanti si sono detti favorevoli, ma soltanto noi Riformatori abbiamo presentato una proposta di legge al riguardo, che la Maggioranza ovviamente non ha voluto prendere in considerazione. Due anni dopo, siamo ancora punto e daccapo, con l’Anas che fa il bello e il cattivo tempo e la Regione che non ha i mezzi per opporsi in alcun modo al suo strapotere», dichiara il capogruppo dei Riformatori sardi–Liberaldemocratici in Consiglio regionale Attilio Dedoni.

«Sconfina nel ridicolo la vicenda della Nuova 554 [LEGGI], con l’Anas che subito prima di Pasqua ha diramato un comunicato stampa in cui annuncia i tempi di consegna delle varie opere che sta realizzando (o meglio starebbe, visto che in molti casi i cantieri non risultano neanche aperti) in tutta l’Isola, assicurando che l’arteria che collega Cagliari con il Sarrabus sarà nuovamente percorribile dalla fine di giugno, e poi sconfessa se stessa, annunciando che non riuscirà a rispettare le sue stesse previsioni di pochi giorni prima - prosegue Dedoni - Viene da chiedersi, allora, perché i sardi dovrebbero credere alle altre previsioni contenute nel comunicato, che già a una prima occhiata sono apparse così ottimistiche da rasentare la presa in giro».

«La Giunta regionale sceglie la linea dura presentando esposti in Procura, ma è un modo come un altro per ammettere che ha le mani legate - conclude il capogruppo - La Regione non ha alcun potere sull’Anas e non può fare nulla per migliorare la situazione delle strade sarde, che anche quest’anno si presentano all’appuntamento con il traffico turistico nelle peggiori condizioni possibili. Da quando si parlava di costituire un’Anas regionale si è riusciti solo a perdere due anni di tempo e la colpa è tutta del centrosinistra, in particolare di quei partiti autonomisti, federalisti, sovranisti e indipendentisti che allora chiedevano a gran voce la regionalizzazione delle strade ma che sono stati prontissimi a bloccare la nostra proposta non appena i partiti romani hanno ordinato di non disturbare gli interessi dell’Anas in Sardegna».

Nella foto: il consigliere regionale Attilio Dedoni
11:05
Gianfranco Langella a nome di Fratelli d´Italia An Provincia di Sassari e Gioventù Nazionale interviene sulle pessime condizioni della principale infrastruttura viaria del Nord Ovest della Sardegna
© 2000-2017 Mediatica sas