Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieoristanoEconomiaPesca › Flag Nord Sardegna: Piano di azione al via
Red 22 aprile 2017
Il Flag Nord Sardegna ha sottoscritto la Convenzione con l’Organismo intermedio Regione Sardegna, per l’attuazione della Strategia di sviluppo locale, attraverso il Piano di azione “Acquacoltura e pesca sostenibile nel nord Sardegna”
Flag Nord Sardegna: Piano di azione al via


BOSA - Ora si può davvero partire, il Flag Nord Sardegna ha sottoscritto la Convenzione con l’Organismo intermedio Regione Sardegna, per l’attuazione della Strategia di sviluppo locale, attraverso il Piano di azione “Acquacoltura e pesca sostenibile nel nord Sardegna”. La sottoscrizione della Convenzione è avvenuta a seguito dell’incontro di mercoledì all’Assessorato regionale all’Agricoltura, al quale hanno preso parte i rappresentanti dei quattro Flag della Sardegna, l’assessore regionale Pier Luigi Caria, il direttore generale dell’Assessorato Sebastiano Piredda, il direttore generale dell’Argea Gianni Ibba ed il responsabile del Servizio Pesca Antonio Salis. Il contributo pubblico concesso per l’attuazione del Piano è di 1.577.277euro (1,5milioni di euro per l’attuazione di strategie di sviluppo locale di tipo partecipativo, 77.277euro per attività di cooperazione in ambito europeo, il tutto nell’ambito del Programma europeo Feamp 2014/2020.

«Il Piano di azione del Flag nasce da un intenso e articolato lavoro di programmazione portato avanti da marzo a settembre dello scorso anno da parte del Partenariato del Flag», ricorda il presidente Benedetto Sechi, che ringrazia «i pescatori e gli acquacoltori, gli operatori della filiera, i Comuni che vanno da Bosa sino a San Teodoro, gli organismi gestori delle Aree parco e Aree marine protette, i rappresentanti del sistema associativo del settore e della società civile, e tutti coloro che hanno contribuito con idee e suggerimenti ad individuare le azioni prioritarie del piano». Le azioni che saranno attuate nel prossimo triennio si concentrano su: attività di supporto, ampliamento, creazione e diversificazione di imprese nei settori della Blue Economy; interventi di infrastrutturazione leggera nelle aree portuali a servizio delle marinerie; funzionamento dei mercati ittici al servizio del primo pescato; ripopolamento delle aree di pesca; attività di valorizzazione della biodiversità nelle zone umide; attività di educazione, ambientale, alimentare e sulla Blue Economy; creazione di circuiti virtuosi nella Blue Economy; sperimentazione delle attività di ricognizione per la pesca del corallo; attività di cooperazione nell’ambito delle marinerie del mediterraneo ed europee in generale.

«Siamo certamente soddisfatti del clima positivo e propositivo nel quale si è svolto l’ultimo incontro con l’assessore all’Agricoltura Pier Luigi Caria, che ha seguito personalmente le ultime fasi che hanno portato alla sottoscrizione della convenzione, approccio che lascia intravvedere una collaborazione importante nel processo di attuazione delle strategie regionali legate alla Blue Economy ed allo sviluppo delle aree Flag - afferma Sechi - e lo stesso assessore Caria ha espresso l’intenzione di non inseguire i problemi, ma di voler operare attraverso una precisa programmazione, investendo anche sui Flag, i Gruppi di azione costiera, che sono Agenzie di sviluppo locale, e quindi partner dell’Amministrazione regionale nella pianificazione ed attuazione delle politiche pubbliche, anche europee in questo caso». Ora, a convenzione sottoscritta, la struttura tecnica del Flag potrà operare e curare la predisposizione dei bandi connessi all'attuazione del Piano di azione e, attività che ha sempre contraddistinto l’azione del Flag, organizzerà gli incontri sul territorio per illustrare tutte le opportunità ai portatori di interesse da Bosa a San Teodoro, l’area di competenza del Flag Nord Sardegna.

Nella foto: Benedetto Sechi
Commenti
18/8/2017
Il Parco dell´Asinara coinvolge pescatori, Crama e Università di Cagliari in un ambizioso progetto di ripopolamento dell'aragosta rossa lungo l'area marina protetta dell'Asinara
© 2000-2017 Mediatica sas