Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieportotorresSaluteAmbiente › Donazione organi: Prometeo incontra l´Istituto Paglietti
M.P. 27 aprile 2017
Per l’associazione di trapiantati si è concluso un fine settimana ricco di appuntamenti: sabato una giornata di solidarietà e sport all’Istituto Paglietti e il giorno precedente un incontro con gli studenti del Liceo Azuni di Sassari e un’assemblea pubblica nello stesso Comune. Infine domenica un’assemblea dei soci della Provincia
Donazione organi: Prometeo incontra l´Istituto Paglietti


PORTO TORRES - Si è concluso domenica scorsa , il ciclo di appuntamenti programmati dalla Prometeo Aitf Onlus nella provincia di Sassari, volti a promuovere la donazione di organi, informare sui trapianti e rafforzare la propria presenza in questa zona della Sardegna. Sabato scorso la Prometeo è stata ospite presso l’Istituto di istruzione superiore "M. Paglietti" di Porto Torres.

All’inizio di questa giornata all’insegna dello sport e della solidarietà gli studenti si sono sfidati in gare di pallavolo, palla tamburello e calcio a 5, dopodiché hanno partecipato a un’assemblea con i volontari della Prometeo e quattro medici: Paola Murgia, Coordinatrice locale delle donazioni; Alessandro Peralta, infermiere della Rianimazione; Fabrizio Demaria, psicologo dell’emergenza; Maria Cossu, Responsabile della Nefrologia (e, a suo tempo, del Centro trapianti di rene, ora inattivo) e Francesco Uras, cardiologo con alle spalle un’esperienza al Centro trapianti di cuore di Cagliari. Durante l’incontro, però, non si è parlato solo di donazioni e trapianti di organi ma anche di sport.

Su questo tema è intervenuto Marco Pinna, consigliere regionale del Comitato italiano paralimpico (Cip), responsabile regionale del settore scuola del Cip e coordinatore provinciale dell’Ufficio scolastico regionale: Pinna si è dichiarato fermamente convinto della capacità della scuola di veicolare non solo insegnamenti didattici ma anche civili e sociali, quali l’importanza di praticare sport o di donare il sangue e gli organi. A mostrare come lo sport consenta anche di superare le barriere è stata, invece, la 19enne Beatrice, una delle giocatrici della squadra di basket in carrozzina Gsd Porto Torres, rappresentata in questa sede anche da uno dei dirigenti: Angelo Vitiello.

La squadra disputerà il prossimo 13 maggio, per la prima volta in 20 anni di attività, la finale del campionato di serie A. Per quanto riguarda la donazione di organi, da medici, trapiantati e anche dal dirigente scolastico, il prof. Francesco Sircana, è arrivato l’invito caloroso a riflettere su questi argomenti perché, purtroppo, nessuno può dare per scontato che non avrà mai bisogno di un trapianto o che, una volta morto e donando i propri organi, non potrà salvare altre vite. Dalla Prometeo è, inoltre, arrivata anche l’esortazione ai ragazzi a fare volontariato: un’esperienza che è utile a chi ha bisogno e che, al tempo stesso, arricchisce umanamente chi la fa.

Nel primo appuntamento di venerdì 21 aprile l’incontro con gli studenti del Liceo “D. A. Azuni” di Sassari. A spiegare il lavoro di squadra che dalla donazione (da cadavere o, per rene e fegato, anche da vivente) porta al trapianto di organi sono stati Laura Mameli, gastroenterologa del Centro trapianti di fegato e pancreas dell’ospedale “G. Brotzu” di Cagliari, e più operatori sanitari dell’ospedale “SS. Annunziata” di Sassari, (Mameli, Murgia, Cossu e Uras). Un accento particolare è stato posto sul supporto che gli operatori sanitari della Rianimazione e lo psicologo offrono ai familiari del donatore nel momento in cui viene data la notizia della morte del loro caro e viene proposta la donazione dei suoi organi (nel caso in cui questo non si sia espresso in vita).

Proprio per far sì che questa scelta sia sempre più di rado delegata ai parenti, in un momento per loro già estremamente difficile e delicato, sia i medici che i trapiantati dell’associazione hanno ribadito l’importanza di parlare di questi argomenti in famiglia e di esprimere la propria volontà in vita, con una delle tante opzioni disponibili: iscrizione all’Aido; rilascio della dichiarazione all’Asl o, dove possibile, all’Ufficio anagrafe comunale; compilazione di una dichiarazione in carta semplice, o del tesserino distribuito anni fa dal Ministero della Salute o, ancora, di una tessera fornita da un’associazione di settore. Altra raccomandazione è stata quella di adottare e mantenere stili di vita sani in modo da prevenire diabete, obesità e altri problemi di salute che possono compromettere la funzionalità di uno o più organi e rendere necessario un trapianto.

Nella serata di venerdì si è svolta, sempre a Sassari, anche un’assemblea pubblica per parlare degli stessi temi e ricordare alla popolazione che questo Comune offre, già da un anno, la possibilità di dichiarare presso l’Ufficio anagrafe, al momento del rilascio o del rinnovo della carta di identità, il proprio consenso alla donazione degli organi in caso di morte. All’incontro sono intervenuti quasi tutti gli operatori sanitari già presenti al Liceo “Azuni” (Mameli, Murgia, Peralta, Cossu e Uras) e due rappresentanti della Giunta comunale: l’assessore alle politiche sociali Monica Spanedda e l’assessore con delega all’anagrafe Amalia Cherchi. Era, inoltre, presente il consigliere comunale Giuseppe Mascia. Il fine settimana della Prometeo si è concluso a Sassari con l’assemblea dei soci della Provincia, durante la quale, in particolare, è stata formalizzata la nascita del coordinamento provinciale con l’elezione all’unanimità dei dirigenti locali: Marco Di Battista e Rita Botta di Sassari, Antonello Mura di Sorso, Antonello Meloni e Tonino Piras di Alghero.
9/12/2017 video
Indecorose le condizioni di tutta l’area ad Alghero, con infestanti e sporcizie di ogni genere. Verde non curato e macerie da smaltire: nel mucchio spiccano perfino alcuni water bianchi. Le immagini
9/12/2017
A tutt’oggi permane la situazione originale di affondamento e non si vede nessuna attività tendente al recupero, dopo che anche la Capitaneria ha avvertito e diffidato il proprietario nel farlo in tempi ragionevoli
9/12/2017
«La Regione punta alla tutela ed alla valorizzazione dei paesaggi rurali», sottolinea l´assessore regionale dell´Urbanistica Cristiano Erriu, intervenuto giovedì sera al convegno “Tutela e valorizzazione di ulivi plurisecolari"
© 2000-2017 Mediatica sas