Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesassariCulturaManifestazioni › Ritorna a Sassari Monumenti aperti
Red 28 aprile 2017
Sabato 6 e domenica 7 maggio, saranno visitabili quarantasei siti, oltre agli itinerari della rete Thàmus ed ai sentieri rurali. Coinvolti oltre 1200 studenti
Ritorna a Sassari Monumenti aperti


SASSARI - Quattro percorsi e quarantasei siti, uno in più rispetto allo scorso anno, la rete museale Thàmus, i sentieri rurali ed un'anteprima, con un incontro nel “salotto buono” della città aperto alle scuole ed ai cittadini, che avrà come sfondo il passaggio del Giro d'Italia numero 100. Sarà ancora una volta tutta da scoprire la nuova edizione di “Monumenti aperti”, che a Sassari spegne tredici candeline e si svolgerà sabato 6 e domenica 7 maggio, con un'anteprima informativa venerdì 5. Quest'anno, a fare da Ciceroni ai visitatori, ci saranno oltre 1.200 studenti delle scuole superiori di Sassari, il supporto degli studenti del dipartimento di Storia dell'Università di Sassari e di numerose associazioni di volontariato.

La manifestazione, organizzata dal Comune di Sassari e coordinata dall'associazione Imago Mundi Onlus, anche quest'anno si preannuncia di grande interesse e l'auspicio è quello di replicare le 38.970 visite dell'edizione 2016. Venerdì 5, anteprima in Piazza d'Italia con un gazebo dell'Assessorato comunale alla Cultura e Turismo ed oltre duecento ragazzi delle scuole di Sassari, coinvolti nell'evento “Carovana del Giro d'Italia”. L'evento è stato presentato questa mattina (venerdì), a Palazzo Ducale, alla presenza dell'assessore alla Cultura e Turismo Raffaella Sau e del vicepresidente di Imago Mundi Onlus Massimiliano Messina. La rappresentante della Giunta Sanna ha ricordato l'impegno dell'Amministrazione ed il coinvolgimento dei numerosi studenti delle scuole. «La nostra città si inserisce perfettamente nel progetto annuale di Monumenti aperti – ha dichiarato Sau – con una prospettiva di paesaggi culturali, naturali e industriali». Un accenno quindi ai percorsi rurali «attraverso i quali – ha aggiunto l'assessore – emerge una parte importante della storia di Sassari».

Sulla valorizzazione del paesaggio, che diventa il protagonista dell'edizione 2017, si è soffermato Messina, che ha sottolineato il fatto che al centro «del racconto della storia ci sono i monumenti che sono parte integrante del paesaggio». Quest'anno, nell'Isola saranno coinvolte cinquantasette Amministrazioni, con dieci Comuni in più rispetto alla scorsa edizione. L'apertura ufficiale dell'edizione 2017 si svolgerà sabato 6 in Piazza d'Italia. Qui, alle ore 16, si raduneranno gli studenti, ed alle 16.30 si svolgerà lo spettacolo degli sbandieratori e dei musici della Città dei Candelieri. “Nel cuore del centro storico” (undici siti), “dentro le mura” (dieci siti), “oltre le mura” (undici) e “città e territorio, tra storia e natura” (quattordici): questi i quattro percorsi che i cittadini potranno scegliere di visitare e che, in alcuni casi, si intrecceranno tra loro, nel segno della riscoperta, della cultura e della storia di Sassari e del territorio del nord ovest. A questi si aggiungono e si intrecciano nei veri percorsi gli itinerari della rete Thàmus ed i sentieri rurali.

Nella foto: un momento della presentazione
21:02
Musica, e non solo. In cinque angoli diversi della Sardegna: da Porto Torres con la sua isola parco, l’Asinara, ad Alghero, dall’area marina di Tavolara ai nuraghi di Nuoro e di Barumini.
19:16
Per il quinto anno consecutivo la città di Castelsardo apre il suo cuore alla Sclerosi laterale amiotroficae si mobilita per raccogliere risorse da destinare alla ricerca scientifica, quale unico strumento in grado di trovare al più presto una cura e fornire risposte concrete alle persone malate
18/4/2018
Sono stati pubblicati i bandi pubblici per l´assegnazione degli stalli dell´area mercato e per i punti temporanei di somministrazione di alimenti e bevande durante i giorni della Festha Manna
© 2000-2018 Mediatica sas