Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesassariAmbienteManifestazioni › Pride 2017, assemblea pubblica
A.S. 3 maggio 2017
Appuntamento al CCS Borderline di Sassari per l’organizzazione del Sardegna Pride 2017, la manifestazione per i diritti e le libertà di tutte e tutti a partire da lesbiche, gay, Bisessuali e transgender
Pride 2017, assemblea pubblica


SASSARI - Mercoledì 3 Maggio (dalle ore 20) al CCS Borderline in via Rockfeller 16/c a Sassari, si svolgerà un’assemblea pubblica per l’organizzazione del Sardegna Pride 2017, la manifestazione per i diritti e le libertà di tutte e tutti a partire da lesbiche, gay, Bisessuali e transgender. L’incontro è aperto a tutte le realtà politiche e associative e a tutte le persone interessate a partecipare all’organizzazione dell’evento o a proporre iniziative da inserire nel percorso che ci condurrà alla grande manifestazione conclusiva prevista per Sabato 8 Luglio a Sassari.

Il termine ultimo per la proposta di eventi, dibattiti, mostre o altre iniziative incentrate sulle tematiche di genere, sull’orientamento sessuale, sui diritti civili, sulle diverse forme di discriminazione e razzismo o, più in generale, su tutti quegli argomenti che hanno a che fare con i diritti e le libertà individuali e collettive, è il prossimo Martedì 9 Maggio, data in cui verrà chiuso il programma di tutta la manifestazione.

Il territorio interessato dagli eventi è esteso a tutta la Sardegna. Oltre a Sassari sono già previsti appuntamenti a Cagliari, Oristano, Carbonia, Alghero e Santa Teresa Gallura e speriamo che la lista si allunghi. Le proposte di iniziative così come gli elaborati del concorso riservato alle e agli studenti delle scuole medie, superiori e dell’Accademia di Belle Arti “Partecipa al Sardegna Pride 2017: Diritti, Amore, Rispetto”, possono essere inviati all’indirizzo Email sardegnapride@movimentomosessualesardo.org
16/6/2018
L´associazione Etnos promotrice ed organizzatrice della manifestazione Palio di Santu Bainzu ribadisce ancora una volta che «non è in discussione l’impegno dell’amministrazione comunale per il prossimo Palio, ma il mancato supporto per la situazione creata dall’esiguo contributo della scorsa edizione, quando ci era stato promesso verbalmente il doppio.»
© 2000-2018 Mediatica sas