Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieportotorresCronacaIncendi › Rom, a fuoco baracche e camper
Mariangela Pala 3 maggio 2017 video
Ancora un grave episodio è avvenuto al campo rom di Ponti Pizzinnu, dove nel primo pomeriggio, subito dopo le tre sono entrati in azione i vigili del fuoco, per spegnere un incendio che ha devastato due baracche, un camper ed una vettura all’interno del campo occupato da circa 45 persone. Oltre ai pompieri guidati dal caposquadra, Giuseppe Angioni, sono entrati in azione sul posto oltre alla polizia locale anche gli uomini delle forze dell’ordine: carabinieri e polizia
Rom, a fuoco baracche e camper


PORTO TORRES - Ancora un grave episodio è avvenuto al campo rom di Ponti Pizzinnu, dove nel primo pomeriggio, subito dopo le tre sono entrati in azione i vigili del fuoco, per spegnere un incendio che ha devastato due baracche, un camper ed una vettura all’interno del campo occupato da circa 45 persone. Oltre ai pompieri guidati dal caposquadra, Giuseppe Angioni, sono entrati in azione sul posto oltre alla polizia locale anche gli uomini delle forze dell’ordine: carabinieri e polizia.

A quanto risulta, il rogo è partito da una stufa a legna lasciata accesa e incontrollata nonostante la proprietaria si trovasse all’interno con il figlio. Riuscita a mettersi in salvo e corsa fuori mentre una densa nuvola di fumo ha invaso il campo e l’intera zona investendo una seconda baracca occupata da una famiglia di quattro persone: due adulti e due bambini. La donna dormiva quando hanno visto alzarsi le fiamme nella loro abitazione. Immediatamente gli occupanti del campo hanno dato l’allarme abbandonando le loro dimore per scappare in strada e portare lontano dalle fiamme le loro auto.

I vigili del fuoco hanno dovuto faticare non poco per spegnere l’incendio: tre ore di intervento per domare le fiamme e mettere in sicurezza la zona fortemente a rischio per la presenza di diverse bombole di gas alcune piene e altre vuote che potevano provocare conseguenze ben più gravi. I carabinieri hanno interrogato Vera Nikolic, la proprietaria della casettamda cui è partito l’incendio per capire la dinamica, seppure non hanno potuto risalire alle possibili cause, perché le fiamme e la stessa opera di spegnimento hanno distrutto ogni traccia.

Non è la prima volta che accadono episodi di questo tipo nel campo rom dove di recente sono state demolite quattro baracche ed avviata un’opera di bonifica da parte dell’amministrazione comunale. Sul posto è arrivata anche l’assessore ai servizi sociali, Rosella Nuvoli che ora si dovrà occupare delle due famiglie rimaste senza dimora per trovare loro una sistemazione almeno momentanea.

© 2000-2017 Mediatica sas