Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieportotorresAmbienteAmbiente › Rischio ambientale all’Asinara: allarme degli operatori
Mariangela Pala 16 maggio 2017
La notizia su un possibile rischio ambientale nell’isola parco dopo l’ultimo caso di sversamento dei reflui fognari il 25 aprile scorso, mette in apprensione e non poco gli operatori di Asso.O.Asinara
Rischio ambientale all’Asinara: allarme degli operatori


PORTO TORRES - La notizia su un possibile rischio ambientale nell’isola parco dopo l’ultimo caso di sversamento dei reflui fognari il 25 aprile scorso, mette in apprensione e non poco gli operatori di Asso.O.Asinara. «Siamo molto preoccupati per i problemi che potrebbero esserci dal punto di vista ambientale perché tali situazioni danneggiano fortemente il lavoro di promozione che portiamo avanti come operatori - afferma il presidente dell’associazione Antonello Gadau - provocando un rallentamento delle prenotazione dei visitatori e turisti che pressano nella richiesta di informazioni, soprattutto ambientali».

L’associazione auspica «una attenzione maggiore per un confronto periodico con degli operatori con le istituzioni che tutti i giorni sono presenti sul Parco e da sempre sono un punto di riferimento per chi ha la necessità di trascorrere una giornata speciale all'insegna della natura». Lo stesso vicepresidente del poarco Antonio Diana sollecita un intervento immediato da parte della Regione che ponga fine alle controversie tra Comune ed Abbanoa e porti avanti un progetto strategico di risoluzione del problema idrico sull'isola.

A fa emergere la situazione era stato il consigliere comunale Davide Tellini tramite l’accesso agli atti. Per il consigliere la necessità è quella di un intervento di carattere d'urgenza da parte della Regione Sardegna, «che prenda in mano la situazione del sistema idrico dell'isola togliendo ogni responsabilità a coloro che si sono dimostrati degli incapaci a gestire l'ordinaria amministrazione, nominando un commissario straordinario che possa finalmente garantire il rispetto minimo delle norme igienico sanitarie e mettere in campo tutte le professionalità utili a risolvere definitivamente il problema».
23/9/2017
Dal 1 ottobre sui rifiuti è tolleranza zero. A Porto Torres non sarà più ammesso nessun abuso: chiunque sarà sorpreso ad abbandonare sacchetti della spazzatura per strada o in campagna sarà pesantemente sanzionato, così come prevede la legge
© 2000-2017 Mediatica sas