Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaAeroporto › Voli, 40 milioni per ripartire. «Finalmente, c´è da fare in fretta»
Red 6 giugno 2017 video
Le parole del sindaco Mario Bruno e quelle del capo di gabinetto dell´Assessorato regionale al Turismo, Ninni Chessa, ieri ad Alghero. Col disegno di legge all´attenzione del Consiglio si aprono nuovi e confortanti scenari per il Riviera del corallo. Polemici Crisponi e Tedde
Voli, 40 milioni per ripartire
«Finalmente, c´è da fare in fretta»


ALGHERO - Consolidare i flussi turistici nei mesi di spalla attraverso una campagna che prevede azioni di promozione mediante l’utilizzo del sistema complessivo del trasporto aereo quale canale di comunicazione. È quanto prevede il disegno di legge approvato nell’ultima seduta dalla Giunta regionale su proposta dell’assessora del Turismo, Commercio e Artigianato Barbara Argiolas, che in definitiva, rilancia una delle richieste avanzate - con forza e da mesi - dal tavolo di coordinamento territoriale composto da Sindaci, sistema delle imprese e mondo sindacale [LEGGI].

«Utilizzeremo il sistema complessivo del trasporto aereo, e cioè le compagnie aeree nazionali e internazionali, le concessionarie di pubblicità, le società di marketing, la promozione negli scali nazionali e esteri: lo riteniamo lo strumento più idoneo e strategicamente importante per rafforzare ancora il turismo e proporre la destinazione Sardegna nei mesi non interessati dal balneare», spiega la titolare del Turismo. Dopo l’approvazione del testo da parte del Consiglio regionale, la Giunta definirà con apposita delibera le direttive di attuazione che disciplineranno le modalità degli interventi, con particolare attenzione alle ricadute sul territorio regionale.

Per il sindaco Mario Bruno, ieri seduto al fianco del capo di gabinetto dell'Assessorato regionale al Turismo, Ninni Chessa, si tratta di «una notizia importantissima», «perchè vuol dire riempire i mesi spalla». Insomma, se il Consiglio regionale riuscirà in tempi celeri ad adottare il Ddl non è da escludere che anche le società di gestione interessate, prima fra tutte proprio quella di Alghero, con più del 20% in mano alla alla Regione Sardegna, riusciranno a bandire le misure di sostegno e incentivazione del traffico low cost, riportando qualche collegamento in più proprio nei mesi più scoperti per il Riviera del Corallo.

Non mancano nemmeno le voci fuori di polemiche. Per Luigi Crisponi (Riformatori), i cinque articoli del Ddl della Giunta regionale finalizzati alla destagionalizzazione dei flussi turistici attraverso il sistema del trasporto aereo, dovrebbero prima passare in seno alla quinta Commissione - Turismo del Consiglio regionale per un necessario approfondimento del testo. «L'azione della Giunta Pigliaru è tardiva - ha commentato Crisponi - e sopratutto è rimasta indolente alla finestra per tre anni». Ancora più sferzante Marco Tedde (Forza Italia), secondo il quale «si tratta solo di un laconico disegno di legge». Poi la stoccata: «la Giunta per tre anni e mezzo non è stata capace di varare uno straccio di piano di incentivi al low cost che comunque è consentito dalla disciplina comunitaria».
Commenti

© 2000-2017 Mediatica sas