Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaSanitàPrimo livello e nuovo Ospedale. «Garanzie sul futuro del Distretto»
P.P. 7 giugno 2017 video
Le immagini con le conclusioni del Presidente del distretto, il sindaco Mario Bruno, al termine del lungo intervento del direttore Fulvio Moirano che ammette: le scelte sul futuro della Rete spettano al Consiglio regionale
Primo livello e nuovo Ospedale
«Garanzie sul futuro del Distretto»


ALGHERO - Poche novità ma molte certezze dall'incontro odierno del Comitato di Distretto Socio-Sanitario di Alghero, che comprende i comuni di Banari, Bessude, Bonnannaro, Bonorva, Borutta, Cheremule, Cossoine, Giave,Ittiri, Mara, Monteleone Rocca Doria, Olmedo, Padria, Pozzomaggiore, Putifigari, Romana, Semestene, Siligo, Thiesi, Torralba, Uri e Villanova Monteleone col Direttore generale dell'Ats della Sardegna, Fulvio Moirano. Punto primo: I Sindaci fanno emergere, con forza, l'esigenza di un Dea (dipartimento d'emergenza e accettazione) di Primo livello per Alghero, che possa svolgere una funzione per l'ex Asl di Sassari di supporto al territorio e allo stesso Ospedale di Secondo livello previsto a Sassari.

Punto secondo: Si rafforza l'esigenza forte di accorpamento e realizzazione di un nuovo ospedale che riunisca le specialità in un'unica struttura in località La Taulera, così come deliberato anni addietro dal Consiglio comunale e previsto nel piano sanitario vigente (scelta effettuata dalla Giunta Soru ma mai finanziata). All'incontro, cui ha partecipato anche la Commissione Sanità del Comune di Alghero, seguirà nelle prossime settimane una riunione con la componente politica, i rappresentanti istituzionali, i Consiglieri regionali del territorio e l'Assessore alla Sanità.

«Sono loro che approveranno la Rete ospedaliera, l'immobilismo non porta da nessuna parte - ha rimarcato il presidente di Distretto, il sindaco Mario Bruno - servono scelte importanti. Credo che ci sia bisogno di risposte chiare e urgenti». Da parte del direttore dell'area Socio-sanitaria di Sassari, Giuseppe Pintor, non sono mancate alcune piacevoli novità: come richiesto da diverso tempo e in più occasioni, sarà individuato un direttore per il Centro di Salute Mentale, cui spetterà il compito di potenziare la riorganizzazione funzionale del centro, da troppi mesi in sofferenza a causa della cronica carenza di personale qualificato.

27/6/2017
L´appuntamento è per il primo luglio, dalle ore 8 alle 12, l´autoemoteca dell´Avis provinciale, con un´equipe medica, ai giardini pubblici di Via Vittorio Emanuele, davanti al monumento della lingua
27/6/2017
«In Sardegna non è sufficiente attuare la riforma che chiude ospedali e lascia il territorio isolato. Vi è l’urgente necessita di rincontrattare con lo Stato centrale le risorse economiche e il cofinanziamento sulla sanità al pari delle altre Regioni. La Sardegna, nei prossimi anni, non sarà più nelle condizioni di pagarsi le spese sulla sanità», dichiara Tore Piana
27/6/2017
La Direzione generale incontra i direttori delle unità operative per avviare e calendarizzare il percorso di programmazione delle attività e condividere l´iter che porterà alla redazione dello strumento organizzativo dell´Azienda ospedaliero universitaria
© 2000-2017 Mediatica sas