Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesassariCulturaSocietà › Sardegna e Brescia gemellaggio Pride
P.O. 9 giugno 2017
Il Sardegna Pride e il Brescia Pride stringono un gemellaggio: insieme per diritti e libertà. L’accordo ha come protagoniste due realtá diverse ma, nel contempo, molto simili
Sardegna e Brescia gemellaggio Pride


SASSARI - Il Sardegna Pride e il Brescia Pride si uniscono nel segno dei diritti civili attraverso il gemellaggio che, nell’ambito del territorio di appartenenza, vede i due coordinamenti in prima linea per l’organizzazione della manifestazione per la giornata mondiale dell’orgoglio di Lesbiche, Gay, Bisessuali, Transgender e per i diritti e le libertà di tutte e tutti. L’accordo ha come protagoniste due realtá diverse ma, nel contempo, molto simili: da una parte un neonato coordinamento lombardo al suo primo appuntamento nella città di Brescia, dall’altra la quinta edizione sarda che verrà ospitata per la prima volta a Sassari, decisione maturata a seguito della celebrazione dei 25 anni di attività del Movimento Omosessuale Sardo, oltre che seguire il presupposto del Pride itinerante voluto dalle associazioni promotrici sin dall’esordio.

Uno dei principi cardine del Sardegna Pride risiede nell’incontro e nella contaminazione fra identità e vissuti diversi, affinchè la spinta liberatoria propria della manifestazione diventi patrimonio della collettività. In questo contesto si inseriscono Sassari e Brescia, due città di provincia che hanno accolto l’invito a ospitare un momento di festa unitaria accompagnata da una profonda analisi politica e da momenti di confronto sui meccanismi sociali ed economici alla base dell’omo-bi-transfobia, del razzismo, del sessismo e, più in generale, dell’odio, della violenza e di ogni forma di discriminazione.

È stato ottenuto un risultato di non poco conto considerate le possibili resistenze in aree geografiche che, in qualche modo, possono essere considerate difficili per via dello stigma sociale e del pregiudizio. In particolare una sfida per il coordinamento lombardo che ha dovuto affrontare una serie di problemi in un territorio ostile che, in passato, ha dato vita a esponenti di spicco di quella corrente di pensiero convinta che l’emarginazione del “diverso” sia una soluzione.
In questo contesto, con lo slogan #unirelacittà, 5 associazioni che operano nel territorio bresciano e non solo, si sono fatte promotrici di un movimento costituito da più di 100 realtà capaci di portare avanti l’idea che la diversità sia una risorsa.

Realtà che hanno, in 6 mesi, proposto ed organizzato altrettanti eventi di carattere culturale sparsi su tutto il territorio provinciale volti alla sensibilizzazione della popolazione su tematiche importanti per il futuro di tutti, in un contesto di quasi totale assenza delle istituzioni. Il culmine di questi 2 percorsi avverrà con cortei gioiosi, colorati e festosi che sfileranno il 17 giugno a Brescia e l’8 luglio a Sassari. Il Comitato Sardegna Pride e il Comitato Brescia Pride invitano tutte e tutti a partecipare, per conoscere, per comprendere e per essere sé stessi. Una delegazione del Sardegna Pride sarà presente alla manifestazione di Brescia Sabato 17 Giugno.
Commenti
© 2000-2017 Mediatica sas