Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieportotorresCulturaAmbiente › La nave fantasma: il Brunelleschi vince il concorso di Libera
M.P. 13 giugno 2017
Si chiama “La nave fantasma” il testo elaborato dalla classe seconda D dell’Istituto comprensivo 1 Bru-nelleschi e selezionato tra un migliaio di lavori. Il testo ha partecipato al concorso “ECOcentrico! L´ambiente è la nostra casa”, bandito da “Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie” in collabora-zione con il Ministero dell´Istruzione, dell´Università e della Ricerca
La nave fantasma: il Brunelleschi vince il concorso di Libera


PORTO TORRES - Si chiama “La nave fantasma” il testo elaborato dalla classe seconda D dell’Istituto comprensivo 1 Bru-nelleschi e selezionato tra un migliaio di lavori. Il testo ha partecipato al concorso “ECOcentrico! L'ambiente è la nostra casa”, bandito da “Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie” in collaborazione con il ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca. A settembre una delegazione della classe si recherà a Roma per partecipare alla cerimonia di premiazione presso il ministero. Il tema di quest’anno era, per gli studenti delle scuole secondarie di primo grado, “Eco-storie: dal racconto all'im-pegno”.

Si chiedeva agli alunni di «scrivere un racconto di fantasia basato su un fatto o su una situazione reale di rischio per l'ambiente del proprio territorio, - hanno sottolineato le insegnanti - da individuare attraverso uno studio delle cronache locali e una ricerca diretta. Nel racconto la situazione reale doveva evolversi verso un finale positivo e verosimile, inventato dai ragazzi. Narrare per sviluppare una conoscenza critica del proprio ambiente oltre gli stereotipi e le semplificazioni, valorizzarne le risorse e difenderlo». Le docenti della classe, Maria Alessandra Congiatu e Bruna Forma, hanno immediatamente pensato che fosse un concorso fatto su misura per Porto Torres. E così lo hanno proposto ai ragazzi.

L’istituto comprensivo 1 fa parte del presidio Libera “Falcone e Borsellino” di Porto Torres, col quale collabora attivamente e fattivamente in diverse occasioni, l’ultima delle quali, il 21 marzo, “Giornata della memoria e dell’impegno”, ha visto gli alunni del Brunelleschi leggere in contemporanea nazionale i quasi mille nomi delle vittime di mafia. Così come suggeriva il bando di concorso, le docenti si sono avvalse della collaborazione di chi poteva aiutarle in questa avventura, individuando in Lello Cau, Presidente della cooperativa Sardegnambiente e membro del presidio Libera Porto Torres “ Falcone e Borsellino” la persona che potesse fornire dati e documenti riguardanti studi e rilevazioni effettuati nel territorio turritano. Aria, acqua, suolo.

I ragazzi , divisi in gruppi di lavoro, hanno lavorato sulla lettura, analisi e confronto dei dati e delle informazioni e ricercato articoli giornalistici e cronache riferite ai fatti più eclatanti e che hanno colpito la loro sensibilità e hanno preso coscienza della criticità della situazione ambientale del loro territorio e della necessità di assumere un cambio di rotta verso un vivere civile più rispettoso dell’ ambiente. Il territorio di Porto Torres è ricco di bellezze e ricchezze naturali, paesaggistiche, storico-artistiche che sono un patrimonio da tutelare e valorizzare. I ragazzi hanno poi predisposto diversi testi, tutti molto validi.

Il testo “La nave fantasma”, prescelto dalla giuria, si ispira ad un fatto di cronaca avvenuto a Porto Torres la mattina del 1 Gennaio 2004, quando in una petroliera ancorata al porto scoppiò un incendio che provocò una densa nube che ricoprì la città e rese l’ aria irrespirabile per ore. Gli effetti di questo evento sull’ ambiente e la salute sono stati nascosti per anni, così come sono stati nascosti per anni i danni provocati dall’inquinamento industriale.
22/8/2017
Supporto fondamentale quello prestato dalla Compagnia Barracelli Alghero nell´ultima settimana, in servizio in stretto rapporto con tutte le forze di Polizia del territorio. Sanzioni nella Pineta per parcheggi all´interno della fascia dunale, campeggi abusivi e gettito incontrollato di rifiuti
22/8/2017
Per quanto riguarda lo stoccaggio delle scorie nucleari, la situazione è analoga: i tecnici studiano il problema, indicano la modalità di stoccaggio, individuano i siti, calcolano i rischi, possono stabilire gli indennizzi. Il pubblico, non potendo valutare il rischio, ascolta la sua percezione. Ne ha però una valutazione distorta, umorale, di pancia, come si dice
22/8/2017
Ormai completamente fuori uso e con l’azienda produttrice non più presente sul mercato, il dirigente dell’ufficio tecnico Claudio Vinci ha proposto due soluzioni in risposta al quesito posto dal consigliere Davide Tellini
18:38
Un incontro con la struttura per verificare con maggiore rigore il rispetto degli accordi contrattuali con Ambiente 2.0, la ditta che gestisce il servizio dei rifiuti in città. Il sindaco Sean Wheeler di concerto con l´assessore all´Ambiente Cristina Biancu, ha chiesto una maggiore attenzione sul tema dei rifiuti
21/8/2017
Un diportista francese è stato denunciato a piede libero dalla Guardia Costiera dopo aver gettato l’ancora nello specchio acqueo antistante la spiaggia di Cala Sant’Andrea
15:09
Cagliari e Sassari guidano la raccolta delle sorgenti luminose esauste in Sardegna. I dati del primo semestre della raccolta del Consorzio: nell´Isola si riciclano 12tonnellate di lampade fluorescenti, neon e led
© 2000-2017 Mediatica sas