Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieportotorresCulturaAmbiente › La nave fantasma: il Brunelleschi vince il concorso di Libera
M.P. 13 giugno 2017
Si chiama “La nave fantasma” il testo elaborato dalla classe seconda D dell’Istituto comprensivo 1 Bru-nelleschi e selezionato tra un migliaio di lavori. Il testo ha partecipato al concorso “ECOcentrico! L´ambiente è la nostra casa”, bandito da “Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie” in collabora-zione con il Ministero dell´Istruzione, dell´Università e della Ricerca
La nave fantasma: il Brunelleschi vince il concorso di Libera


PORTO TORRES - Si chiama “La nave fantasma” il testo elaborato dalla classe seconda D dell’Istituto comprensivo 1 Bru-nelleschi e selezionato tra un migliaio di lavori. Il testo ha partecipato al concorso “ECOcentrico! L'ambiente è la nostra casa”, bandito da “Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie” in collaborazione con il ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca. A settembre una delegazione della classe si recherà a Roma per partecipare alla cerimonia di premiazione presso il ministero. Il tema di quest’anno era, per gli studenti delle scuole secondarie di primo grado, “Eco-storie: dal racconto all'im-pegno”.

Si chiedeva agli alunni di «scrivere un racconto di fantasia basato su un fatto o su una situazione reale di rischio per l'ambiente del proprio territorio, - hanno sottolineato le insegnanti - da individuare attraverso uno studio delle cronache locali e una ricerca diretta. Nel racconto la situazione reale doveva evolversi verso un finale positivo e verosimile, inventato dai ragazzi. Narrare per sviluppare una conoscenza critica del proprio ambiente oltre gli stereotipi e le semplificazioni, valorizzarne le risorse e difenderlo». Le docenti della classe, Maria Alessandra Congiatu e Bruna Forma, hanno immediatamente pensato che fosse un concorso fatto su misura per Porto Torres. E così lo hanno proposto ai ragazzi.

L’istituto comprensivo 1 fa parte del presidio Libera “Falcone e Borsellino” di Porto Torres, col quale collabora attivamente e fattivamente in diverse occasioni, l’ultima delle quali, il 21 marzo, “Giornata della memoria e dell’impegno”, ha visto gli alunni del Brunelleschi leggere in contemporanea nazionale i quasi mille nomi delle vittime di mafia. Così come suggeriva il bando di concorso, le docenti si sono avvalse della collaborazione di chi poteva aiutarle in questa avventura, individuando in Lello Cau, Presidente della cooperativa Sardegnambiente e membro del presidio Libera Porto Torres “ Falcone e Borsellino” la persona che potesse fornire dati e documenti riguardanti studi e rilevazioni effettuati nel territorio turritano. Aria, acqua, suolo.

I ragazzi , divisi in gruppi di lavoro, hanno lavorato sulla lettura, analisi e confronto dei dati e delle informazioni e ricercato articoli giornalistici e cronache riferite ai fatti più eclatanti e che hanno colpito la loro sensibilità e hanno preso coscienza della criticità della situazione ambientale del loro territorio e della necessità di assumere un cambio di rotta verso un vivere civile più rispettoso dell’ ambiente. Il territorio di Porto Torres è ricco di bellezze e ricchezze naturali, paesaggistiche, storico-artistiche che sono un patrimonio da tutelare e valorizzare. I ragazzi hanno poi predisposto diversi testi, tutti molto validi.

Il testo “La nave fantasma”, prescelto dalla giuria, si ispira ad un fatto di cronaca avvenuto a Porto Torres la mattina del 1 Gennaio 2004, quando in una petroliera ancorata al porto scoppiò un incendio che provocò una densa nube che ricoprì la città e rese l’ aria irrespirabile per ore. Gli effetti di questo evento sull’ ambiente e la salute sono stati nascosti per anni, così come sono stati nascosti per anni i danni provocati dall’inquinamento industriale.
19:33
«Troppe le inadempienze e i ritardi dell’azienda - accusa il consigliere comunale Claudio Piras - mai sanzionati da parte della struttura che dovrebbe essere dalla parte dei cittadini».
22/6/2017
Il polmone verde di Alghero alla mercé di vandali e incivili. Rifiuti in ogni angolo. Dopo aver riassestato il servizio, con discreti risultati, nel centro urbano, le attenzioni dell'Assessorato si concentrano a Maria Pia. Nuovi bidoni in tutti gli stabilimenti e operai al lavoro
21/6/2017
«Sarà una coincidenza ma quando qualcuno segnala il problema dello Scoglio Lungo, solitamente viene subito etichettato come terrorista da un rappresentante delle istituzioni che tende a negare o a minimizzare il problema». Il presidente del Comitato tuteliamo il Golfo dell’Asinara, Giuseppe Alesso critica aspramente le affermazioni fatte dall’assessore all’Ambiente Cristina Biancu
15:24
Fronte comune tra Legambiente e Parco per chiedere alla Regione di migliorare i servizi, risolvere le criticità e rilanciare lo sviluppo sostenibile del Golfo
10:54
Foreste, dalla Giunta regionale, su proposta dell´assessore della Difesa dell´ambiente Donatella Spano, le linee guida dei Piani forestali particolareggiati
22/6/2017
Il centro ogliastrino, primo Comune in Sardegna sopra i 10mila abitanti per produzione di rifiuti free, ovvero per aver puntato alla riduzione di rifiuto secco non riciclabile attestandosi ben al di sotto degli standard fissati, è stato premiato a Roma da Legambiente
21/6/2017
Le serate si svolgeranno alle ore 18.30 in tre diverse zone del Comune: giovedì 29 giugno presso il Museo del Porto; lunedì 3 luglio presso la palestra “A. Nardi” della Scuola Bellieni in Piazza Don Milani e mercoledì 5 luglio presso la sala Ristorante “Li Lioni”
22/6/2017
L’appuntamento è per domani, venerdì 23 giugno all’Isola dell’Asinara, alle ore 10.30, bordo di Goletta Verde, la storica imbarcazione di Legambiente a tutela del mare e delle coste italiane
© 2000-2017 Mediatica sas