Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaAmministrazionePdS contro i «menagrami di turno»
Red 14 giugno 2017
Le rappresentanti del Partito dei Sardi in Consiglio comunale, Elisabetta Boglioli e Marina Millanta, intervengono nella querelle politica dopo gli attacchi dei partiti di Opposizione
PdS contro i «menagrami di turno»


ALGHERO - «C’e di che farsi venire la pelle d’oca, rabbrividire, e nutrire seri dubbi circa la serietà e la moralità di certe persone. Calunniare, speculare sulle disgrazie altrui, per farsi campagna elettorale e indice di meschinità e amoralità». Inizia così l'intervento delle rappresentanti del Partito dei sardi nel Consiglio comunale di Alghero, Elisabetta Boglioli e Marina Millanta, dopo gli attacchi dei partiti di Opposizione [LEGGI] in relazione ai fatti di cronaca che hanno portato, tra l'altro, agli arresti domiciliari del vicesindaco Antonello Usai.

«Da che pulpito poi, viene la predica – insistono - Politici che sono stati al governo di questa città, per dieci lunghi anni, causando danni, ai quali oggi, questa tanto contestata Amministrazione Bruno sta cercando ancora di porre rimedio. La lista è lunga. Depuratore, marea gialla, vasconi di raccolta, acquisto di biciclette destinate al bike sharing, costate un pacco di soldi, chiuse nei magazzini e mai utilizzate, piste ciclabili lasciate a metà, personale da stabilizzare, partecipate realizzate ad hoc, impresa raccolta rifiuti allo sfascio, realizzazione di loculi cimiteriali al quinto piano (?) e si potrebbe continuare».

«E si ha il coraggio di affermare che il sindaco Bruno, impropriamente “esalti i tre anni passati senza combinare nulla, e che nei prossimi due anni raccoglierà i frutti di ciò che non ha seminato?”. Pur di criticare si diventa ciechi e sordi – sottolineano Boglioli e Millanta - E l’unica alternativa è quella di chiedere in continuazione, come un disco rotto, le dimissioni del sindaco e di tutta la Maggioranza? Qualcuno che scrive, fa finta di dimenticare che purtroppo per lui, e per noi, ha provato a governare Alghero, ahinoi, con il considerevole contributo di alcuni componenti della attuale Maggioranza, che hanno provato a credere in lui. Ma mai, fu fiducia mal riposta. Ebbe il coraggio di definirsi in campagna elettorale “il sindaco asso piglia tutto”. E alla fine, dopo un anno e mezzo di immobilismo,di agonia per tutta la città, ciò che riusci a “pigliare” fu un sonoro benservito, fu accompagnato alla porta, vista la sua grave incapacità e incompetenza a governare. Non era roba per lui. E ora? Ora sputa sentenze, accompagnandosi con chi nel passato, pur essendo stato a sua volta al governo, non è stato capace, e in città non si trova traccia del suo operato sia nel bene che nel male. Altro che spallata. E' vero, cari rappresentanti di varie forze politiche, forse vivacchieremo per altri due anni, forse avremo bisogno di una scialuppa, ma arriveremo in porto, nonostante gli strali lanciati dai menagrami di turno. Mettetevi in fila. Perchè arrivi il vostro turno, dovete avere ancora un po’ di pazienza», concludono le consigliere del Pds.

Nella foto: Marina Millanta
Commenti
21/8/2017
Fissata per il 25 agosto (ore 19.15) in seconda convocazione la seduta del consiglio comunale di Alghero. All´ordine del giorno variazioni di bilancio e la definizione agevolata delle controversie tributarie
20/8/2017
Mercoledì, è avvenuto il primo incontro tra il sindaco di Sassari e l´arcivescovo metropolita eletto di Sassari. La visita di cortesia ha avuto luogo a Sant´Antonio di Gallura
© 2000-2017 Mediatica sas