Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesassariEconomiaUniversità › A Sassari, Crisi bancarie, come gestirle
Red 15 giugno 2017
Per domani e sabato, il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Sassari, in collaborazione con il Dipartimento di Economia l´Università di Perugia, ha organizzato nell’Aula Magna dell’Ateneo un convegno su strumenti, processi, implicazioni nei rapporti con la clientela”, momento conclusivo di un progetto di ricerca avviato dalle due Università
A Sassari, Crisi bancarie, come gestirle


SASSARI - Per domani, venerdì 16, e sabato 17 giugno, il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli studi di Sassari, in collaborazione con il Dipartimento di Economia l'Università di Perugia, ha organizzato nell’Aula Magna dell’Ateneo un convegno dal titolo “La gestione delle crisi bancarie. Strumenti, processi, implicazioni nei rapporti con la clientela”, momento conclusivo di un progetto di ricerca avviato dalle due Università. Dopo i saluti del rettore Massimo Carpinelli e le presentazioni dei responsabili del progetto di ricerca Vincenzo Troiano e Giovanni Maria Uda, i lavori vedranno la partecipazione in qualità di relatori di alcuni tra i massimi esperti in materia, come Francesco Capriglione, Rainer Masera, Guido Alpa e di esponenti delle istituzioni come l’avvocato generale della Banca d’Italia Marino Perassi.

Il tema è di grande attualità in considerazione delle difficoltà in cui attualmente versano numerose istituzioni bancarie, alcune delle quali, anche di rilevanti dimensioni, sono incorse in situazioni di dissesto nell’ultimo biennio. Le soluzioni sin qui individuate in sede tecnica e di mercato, talora non definite compiutamente, alimentano un ampio dibattito che coinvolge studiosi ed operatori del settore. Azionisti e titolari di strumenti subordinati delle banche interessate da situazioni di crisi hanno subito l’incidenza negativa di una regolazione particolarmente complessa che prevede misure interventistiche non sempre efficaci nel mitigare l’impatto del dissesto sui creditori “retail”.

In ambito nazionale, l’introduzione della disciplina sul “sistema unico” di risanamento e risoluzione si è estrinsecata, nei mesi passati, in provvedimenti che, a vario titolo, prevedono forme d’intervento pubblico ora per favorire il rafforzamento patrimoniale delle banche, ora per garantire smobilizzi di partite a sofferenza ed emissioni di nuove passività, in una prospettiva volta a scongiurare l’avvio di una risoluzione. Il convegno analizzerà il quadro normativo concernente le nuove forme di gestione delle crisi, esaminando i processi operativi e istituzionali in esso previsti; i riflessi sui meccanismi di governance bancaria e sui rapporti tra enti creditizi, azionisti e clientela retail; le tecniche di intervento alternative alla risoluzione; le forme di sostegno finanziario pubblico straordinario compatibili con la disciplina sugli “aiuti di Stato”.
Commenti
14/12/2017
E stata eletta nella giornata di mercoledì e succede al professor Nicola Sechi. Già Vice Direttore della Scuola di Dottorato in Architettura e Pianificazione dal 2006 al 2012
© 2000-2017 Mediatica sas