Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziecagliariCronacaCronaca › Minacce per il vicesindaco di Domusnovas
Red 19 giugno 2017
Ignoti hanno scritto sull´asfalto della strada che porta verso la fabbrica di bombe Rwm ed in Via Zurigo, il nome dell´ex primo cittadino accompagnato da un mirino
Minacce per il vicesindaco di Domusnovas


DOMUSNOVAS – Ennesimo atto intimidatorio ai danni di un amministratore locale sardo. Stavolta, è stato preso di mira il vicesindaco di Domusnovas Angelo Deidda.

Nella notte tra domenica e lunedì, ignoti hanno scritto il nome dell'ex primo cittadino del Comune sulcitano sull'asfalto della strada che porta verso la fabbrica di bombe Rwm ed in Via Zurigo. Accanto al nome, sempre con lo spray, è stato disegnato anche un mirino.

Le scritte minatorie sono state trovate questa mattina. I Carabinieri hanno avviato le indagini del caso.
21:20
Gravissimo atto intimidatorio indirizzato al Governatore Francesco Pigliaru e ad altri politici. In via Roma a Cagliari, recapitata una busta con quattro proiettili calibro 12
15:52
Provvidenziale l´intervento dell´elicottero Drago 58, del reparto volo del distaccamento di Alghero, per prestare soccorso a due turisti lombardi impegnati in una arrampicata risultata particolarmente difficoltosa nella zona di Cala Goloritzé nel comune di Baunei
21/8/2017
Quattro le contestazioni per detenzione illecita di sabbia nei tredici servizi già effettuati all´aeroporto di Elmas dal Corpo forestale della Sardegna durante il controesodo estivo. Mille euro l´importo della sanzione, se pagata entro sessanta giorni
14:52
Individuati e denunciati dalla Polizia di Stato i tre presunti responsabili di una spedizione punitiva all´alba del 31 luglio a Gavoi. I tre aggressori si erano scagliati contro l'uomo, prima colpendolo alla testa con un oggetto contundente e poi, una volta a terra, picchiandolo con una violenza inaudita
20/8/2017
Un 66enne cagliaritano, che era uscito in permesso premio lunedì, rientrando nel carcere di Uta è stato accompagnato nell´ospedale cittadino per dei controlli. All´interno dello stomaco aveva sette ovuli, per un totale di 155grammi tra marijuana, eroina e cocaina
© 2000-2017 Mediatica sas