Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroLettereServizi › La lettera: Lentezza record nell´ecocentro
Red 26 luglio 2017
Da un po di tempo, al centro per la raccolta dei rifiuti differenziati in località Galboneddu, si attua un nuovo sistema di smaltimento. Chi deve buttare carta, plastica, ferro, laterizi, oli, ecc. deve praticamente perdere una mattinata. Riceviamo e pubblichiamo da Fabrizio Chiccoli
La lettera: Lentezza record nell´ecocentro


Da un po di tempo, al centro per la raccolta dei rifiuti differenziati in località Galboneddu, si attua un nuovo sistema di smaltimento. Chi deve buttare carta, plastica, ferro, laterizi, oli, ecc. deve praticamente perdere una mattinata, in quanto entrano due persone per volta - ho calcolato che due persone non impiegano meno di 8 minuti - quindi se davanti hai una decina di persone occorre circa un'ora e mezza prima del tuo turno. Ora, che ogni cosa vada al posto giusto mi sembra corretto, ma se questi non sono organizzati per fare in modo che il tempo di attesa si risolva in un massimo di tre minuti (questo è quanto occorre per entrare, smaltire ed uscire) io dico che questo servizio è "una cagata pazzesca" e vorrei conoscere il "genio" che l'ha messa in pratica. Ma forse lo scopo è quello di fare in modo che i rifiuti si smaltiscano nelle campagne o nelle strade non trafficate, come succedeva 20 anni fa. Ma vorrei inoltre fare un ulteriore appunto, sempre sulla nettezza urbana. È cambiata la gestione, ma sicuramente non in meglio, sono diminuiti i punti di ritiro, i cassonetti sono più piccoli e l'altra "genialità" è quella che non si aprono più con il pedale ma con le mani. In questo modo l'igiene è precaria. Anche in questo caso i "geni" si sprecano. Complimenti al comune di Alghero che "vede e provvede" come dice il Vangelo.
Commenti
9/12/2017
Sono state avviate le attività del servizio civico che impegnerà oltre 90 persone assistite dai Servizi sociali per lo sfalcio dell´erba. La supervisione sarà curata dalla Multiservizi, la società in house del Comune
© 2000-2017 Mediatica sas