Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieoristanoCronacaSoccorsi › Auto in mare a Santa Caterina
Red 9 luglio 2017
Questa mattina, un´automobile è caduta in mare a Santa Caterina di Pittinurri. La Guardia Costiera è intervenuta a tutela dell’ambiente marino. Il veicolo affondato è stato legato a dei palloni galleggianti
Auto in mare a Santa Caterina


ORISTANO - Poco dopo le ore 10 di oggi (domenica), è giunta nella Sala operativa della Capitaneria di porto di Oristano una segnalazione telefonica da parte dei Carabinieri della Stazione di Ghilarza: un’automobile è caduta in mare a Santa Caterina di Pittinurri. Un incauto conducente aveva parcheggiato la propria vettura vicino alla Torre Aragonese, a ridosso della scogliera, senza attivare il freno a mano e causando così la caduta a mare del mezzo. Immediata è stata l’attivazione delle procedure di pronto intervento da parte della Capitaneria di Oristano, che ha inviato sul posto una squadra a terra, in stretto coordinamento con la pattuglia dei Carabinieri, già presente. Gli uomini della Guardia costiera, dopo aver verificato l’affondamento in mare del veicolo, hanno provveduto ad identificare il conducente e proprietario del mezzo in questione ed a muovere nei suoi confronti formale diffida, ad attuare tutte le misure necessarie a prevenire il rischio di inquinamento ed a rimuovere eventuali sostanze inquinanti già disperse.

Considerata l’urgenza di rimuovere il mezzo il prima possibile per scongiurare qualsiasi pregiudizio ti tipo ambientale e considerata la grande affluenza di bagnanti che, con il caldo odierno, si erano riversati sul litorale, gli uomini della Guardia costiera di Oristano, coordinati dal capitano di Fregata Erminio Di Nardo, con la squadra inviata dal Comando provinciale dei Vigili del fuoco di Oristano, hanno ritenuto opportuno far intervenire il Nucleo Sommozzatori dei Vigili del fuoco di Cagliari. Dopo un breve sopralluogo da parte dei sommozzatori, il veicolo affondato è stato legato a dei palloni galleggianti e, dopo averlo fatto riemergere, è stato trainato fin verso lo scivolo di alaggio presente nelle immediate vicinanze, per essere poi portato a secco con l’aiuto di una gru.

Attraverso il tempestivo degli uomini della Guardia costiera di Oristano e del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Oristano, e la cooperazione tra le Forze intervenute nell’attivare le misure necessarie alla difesa del mare e delle zone costiere, è stato possibile scongiurare il rischio di un potenziale inquinamento derivante dall’incidente. Al termine delle operazioni, costantemente monitorate dal personale della Capitaneria di porto di Oristano, è stata verificata l’assenza di qualsiasi sostanza inquinante in mare.
© 2000-2017 Mediatica sas