Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziecagliariCulturaUniversità › Cagliari sempre più universitaria
Red 10 luglio 2017
L’offerta formativa per l’Anno accademico 2017/18 dell’Università degli Studi di Cagliari propone nuovi corsi di laurea e più servizi agli studenti: dopo le Stanze rosa e le Tessere baby, arriva l’asilo nido. Crescono i riconoscimenti: l’Ateneo cagliaritano è quarto in Italia per l’accoglienza agli studenti Erasmus ed ai primi posti per la gestione dei profili social
Cagliari sempre più universitaria


CAGLIARI - L’offerta formativa per l’Anno accademico 2017/2018 è particolarmente diversificata e flessibile e contempla l’attivazione di sei nuovi corsi di studio: complessivamente verranno attivati 77 corsi di laurea, di 39 triennali, 33 magistrali e cinque a ciclo unico. «Abbiamo confermato tutti i nostri corsi di laurea, rendendoli ancora più al passo con i tempi, e abbiamo attivato cinque nuovi corsi: alcuni in ambito sanitario, come il corso di laurea triennale in Logopedia o quello magistrale in “Scienze infermieristiche e ostetriche” molto atteso dai nostri studenti e richiesto dal territorio, e in “Management e monitoraggio del turismo sostenibile”, che mette insieme economia, storia e capacità relazionali». E’ il commento del rettore Maria Del Zompo, alla presentazione della nuova offerta formativa, questa mattina (lunedì) in Rettorato.

«Abbiamo rafforzato anche i servizi per gli studenti: gli atleti che raggiungono alti livelli potranno continuare i loro studi e contemporaneamente inseguire i loro sogni da campioni – ha proseguito il rettore - Non diminuisce il sostegno alla famiglia: non soltanto abbiamo confermato le “Tessere baby” e le “Stanze rosa”, ma quest’anno avviamo anche gli asili nido. Con il Comune di Monserrato abbiamo stipulato una convenzione che consente ai docenti, ai ricercatori, al personale e agli studenti che frequentano la Cittadella universitaria di usufruire per i propri figli a prezzi convenzionati di un asilo nido del Comune, e presto ne apriremo uno nel Polo di Sa Duchessa. Abbiamo dedicato impegno ad ampliare e potenziare il nostro rapporto con il mondo giovanile (e non solo) – ha aggiunto Del Zompo - grazie all’intensificazione della presenza dell’Ateneo sui social con notizie sempre aggiornate sui risultati importanti della nostra attività di ricerca, ma anche con la possibilità di interagire con noi ed avere prontezza di risposte e non è un caso che al momento siamo ai primi posti in Italia, come certificano i siti specializzati. Questo ha permesso di implementare gli strumenti a disposizione dei professionisti che si occupano di comunicazione, e soprattutto di offrire agli studenti una gamma di servizi assolutamente nuovi per aumentare la propria interazione con l’Ateneo».

Al tempo stesso, l’attività così realizzata ha permesso di adeguare messaggi, contenuti e stili ai canali comunicativi attualmente utilizzati dagli utenti e dagli “stakeholders” e proporsi in modo nuovo verso l’esterno, in linea con l’immagine che l’Ateneo vuol darsi durante il mandato del rettore Del Zompo. «Sono tutte iniziative che puntano a mostrare la nostra grande vicinanza agli studenti sardi e alle loro famiglie – ha concluso Maria Del Zompo - Lo studio richiede molto impegno, ma anche serenità. L’Ateneo cagliaritano sta affermando sempre più la propria validità scientifica e didattica per permettere ai nostri ragazzi di non dover emigrare per uno studio universitario efficace ed efficiente. Cagliari città universitaria sta diventando una grande e bella realtà».

Nella foto: un momento della presentazione
Commenti
© 2000-2017 Mediatica sas