Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroSportVela › Vela ad Alghero: 30miglia memorabili
Red 12 luglio 2017
Erano giorni che un modesto, ma tenace fronte dalle coste africane del Mediterraneo fino ai litorali europei si era messo in viaggio verso oriente; gli esperti lo davano in dissoluzione nell’alta pressione centrata sull’Italia, ma domenica mattina si è presentato sul campo di regata tracciato da Fertilia a Capo Caccia, poi verso Poglina e ritorno
Vela ad Alghero: 30miglia memorabili


ALGHERO - Erano giorni che un modesto, ma tenace fronte dalle coste africane del Mediterraneo fino ai litorali europei si era messo in viaggio verso oriente; gli esperti lo davano in dissoluzione nell’alta pressione centrata sull’Italia, ma domenica mattina si è presentato sul campo di regata tracciato da Fertilia a Capo Caccia, poi verso Poglina e ritorno. Sulla linea di partenza, un colpo di vento da maestrale ruotato presto a ponente ha salutato le trentuno imbarcazioni impegnandole nei bordi di bolina per raggiungere la boa di Capo Caccia. E’ così iniziato il ballo del tempo, che ha proposto rotazioni improvvise nella direzione e variazioni smodate nella velocità da 2 fino ai 40nodi del vortice che ha sorpreso molte barche nell’avvicinamento a Poglina.

Alcune rotture nell’attrezzatura e nelle vele, qualche contusione nelle straorzate ed alcuni bagni involontari con l’acqua di mare nel pozzetto per l’inclinazione eccessiva dello scafo; nove i ritiri. Come sempre, vince che fa meno errori. Nella categoria Gran crociera, è Viva di Franco Moritto a conquistare il primato, seguita da Picka II di Maria A.Corrias e da Datenandi di Stefano Macioccu. Già che sei giù di Giorgio Maggioni è in testa nella categoria Crociera-regata, ma il suo risultato è adombrato dalla presentazione di un certificato di stazza improprio; seguono Luna storta di Salvatore Soggiu e Surprise di Marco Spanu. Grande competizione tra le imbarcazioni iscritte in Veleggiata, suddivise in quattro categorie in ordine di lunghezza dello scafo. In categoria C, vince Albatroz; in categoria D, La curiosa; in categoria E, Su cantu 'e su entu; in categoria H, Ikigai.

Festosa ed affollata la cerimonia di premiazione seguita dall’assegnazione dei premi degli sponsor condotta con simpaticissima verve dall’animatore e coordinatore della manifestazione Marco Pilia. Un fortunatissimo Antonio Frulio, skipper di Picka II, che alla sua prima regata di stagione ha conquistato un magnifico secondo posto, si è anche aggiudicato il premio più ambito. Perfetta ed apprezzata l’organizzazione a terra della Cam Marina di Fertilia ed a mare del Team Regata della Lega navale italiana-Sezione di Alghero. Per tutti gli amici della vela, il prossimo appuntamento è domenica 23 luglio, al Trofeo Onda blu, per il Campionato Vento de l’Alguer 2017.
Commenti
16:22
Si è conclusa la prima edizione de La lunga bolina & Coastal race Sardinia con la premiazione nella club house dello Yacht club Porto Rotondo. A fare gli onori di casa, il conte Luigino Donà delle Rose, Roberto Azzi ed Alessandro Maria Rinaldi
© 2000-2017 Mediatica sas