Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziecagliariCulturaArchitettura › Prende il via Cagliari-Paesaggio
Red 21 luglio 2017
Il capoluogo regionale protagonista e suggestivo palcoscenico di una piattaforma di riflessione sul tema nodale del paesaggio e sul rapporto tra uomo e natura: un mese di eventi, concerti, mostre e performance e quattro giorni di meeting, da giovedì 27 a domenica 30 luglio, con teorici ed architetti del paesaggio di rilievo internazionale
Prende il via Cagliari-Paesaggio


CAGLIARI - I profondi cambiamenti socio-economici ed i processi di globalizzazione in atto nella società odierna stanno determinando trasformazioni non solo nell’organizzazione territoriale e nella localizzazione delle attività, ma nello stesso legame tra società e risorse ambientali, persone e luoghi di vita e, dunque, tra uomo ed ambiente. Di qui, la necessità di ripensare i Paesaggi ed il modo di viverli, interpretarli, progettarli e comunicarli. Lanciare nuovi sguardi, introdurre nuovi strumenti concettuali ed un diverso linguaggio, innovare le pratiche di intervento sul territorio sono ormai necessità impellenti, così come è una priorità dell’architettura (e di tutta la società occidentale, dopo anni di disattenzioni e devastazioni) ripensare il rapporto tra uomo e natura, avviare una diversa dialettica tra i processi antropici e quelli naturali.

Cagliari, città dal profilo urbano ed ambientale complesso e ricchissimo, mette al centro dei suoi interessi e di una più ampia riflessione proprio i Paesaggi (umani, naturali, urbani, paesaggi culturali e dell’anima) proponendo a luglio la prima edizione di CagliariPaesaggio: un mese di eventi diffusi in tutta la città che culminerà, da giovedì 27 a domenica 30 luglio, in quattro giorni di meeting con teorici ed architetti del paesaggio di ambito internazionale, amministratori pubblici ed intellettuali, che qui si confronteranno sui diversi aspetti del tema. Una piattaforma di dialogo che nella prima edizione vede tra i suoi ospiti principali (oltre all'architetto e paesaggista portoghese João Nunes, “padre spirituale” della manifestazione, che a Cagliari ha firmato il progetto del Parco urbano di Sant’Elia) anche Michael Jakob, Barbara Aronson, Günther Vogt, Els Verbakel, Henri Bava, Christophe Girot, Franco Farinelli, Peter Latz, Pedro Campos Costa, João Gomes da Silva, Atelier F/C arquitectura paisagista, Baldios arquitectos paisagista e Studio Raumlabor.

«Cagliari ha le caratteristiche necessarie per candidarsi a diventare, nei prossimi anni, uno dei luoghi nodali del dibattito sul paesaggio: una città la cui complessità offre innumerevoli occasioni di indagine e riflessione sul rapporto tra uomo e natura - spiega Paolo Frau, assessore alla cultura e al verde pubblico del capoluogo sardo - E’ innanzitutto una città molto antica, che porta evidenti le tracce dei millenni che l’hanno attraversata lasciando il segno di continue sovrapposizioni e trasformazioni, ed è posta al centro di un sistema ambientale di straordinaria complessità. Infine, per la sua posizione geografica, si pone potenzialmente come osservatorio privilegiato delle trasformazioni che in questo ambito si stanno realizzando nell’area del Mediterraneo e nel mondo».
Commenti
© 2000-2017 Mediatica sas