Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieolbiaCronacaSoccorsi › Barca incagliata: salvati due naufraghi
Red 21 luglio 2017
Ieri sera, una coppia 60enne è stata tratta in salvo vicino all´isolotto di Barca Sconcia, nella zona di Capo Ceraso. Partiti nel pomeriggio in barca a vela, hanno urtato uno scoglio, affondando ed adagiandosi fortunatamente sul basso fondale
Barca incagliata: salvati due naufraghi


OLBIA – Ieri sera (giovedì), una coppia 60enne è stata tratta in salvo vicino all’isolotto di Barca Sconcia, nella zona di Capo Ceraso dopo che, nel pomeriggio, la loro barca a vela, urtando uno scoglio, ha cominciato ad affondare, adagiandosi su un basso fondale. Il comandante, proprietario della barca a vela, ha prontamente contattato il numero per le emergenze in mare e la Centrale operativa del Comando generale delle Capitanerie di porto–Guardia costiera di Roma ha delegato il coordinamento delle operazioni di soccorso alla Direzione marittima di Olbia, con al comando il capitano di Vascello Maurizio Trogu.

Immediato l’intervento della motovedetta Cp894, ma le condizioni proibitive per il forte vento ed il basso fondale, hanno impedito alla stessa di raggiungere i naufraghi, nel frattempo rifugiatisi sull’isolotto, rimanendo pertanto in zona per fornire assistenza e monitorare lo svilupparsi dell’emergenza. La Sala operativa della Capitaneria ha, quindi, richiesto l’intervento dell’elicottero di soccorso dei Vigili del fuoco di Alghero che, con il personale medico a bordo, si è abbassato intorno alle ore 20 sull’isolotto di Barca Sconcia, fino al punto in cui è stato possibile issare a bordo i due naufraghi.

Per fornire loro la prima assistenza, marito e moglie sono stati elitrasportati nel porto di Olbia, dove non è stato necessario l’intervento del personale medico, visto che i due naufraghi risultavano in buono stato di salute. Adottati nell’immediatezza i provvedimenti per il recupero dell’unità a tutela dell’ambiente marino, sono in corso, fin dalla scorsa notte, le operazioni per il recupero dell’imbarcazione da parte di ditte specializzate.
17:10
Le ricerche erano proseguite per tre lunghi giorni. La salma trasportata dai militari della Capitaneria nel porto di Alghero e poi a Sassari, nella struttura ospedaliera di Rizzeddu. Restano da capire le cause che hanno portato al decesso
16/10/2017
Le ricerche sono proseguire senza sosta in località La Frana. Sotto il coordinamento del direttore marittimo del nord Sardegna, capitano di Vascello Maurizio Trogu, prendono parte alle ricerche anche i mezzi navali della Guardia costiera di Porto Torres ed Alghero, della Guardia di finanza, un elicottero ed i sommozzatori dei Vigili del fuoco
16/10/2017
A dare l´allarme è stata la compagna non vedendolo tornare a casa dalla battuta di pesca subacquea in apnea. Continuano le ricerche per ritrovare il corpo
16/10/2017
Improvviso malore a bordo della Moby Otta, in navigazione a circa sei miglia dal porto di Olbia. Provvidenziale l´intervento della motovedetta della Capitaneria di porto
© 2000-2017 Mediatica sas