Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroCronacaSoccorsi › Catamarano incagliato alla Bramassa
Red 25 luglio 2017
Attorno alle ore 4.50, i militari della Guardia costiera di Alghero sono intervenuti per recuperare un francese a bordo di un 15metri che, finito sugli scogli, stava imbarcando acqua a causa di una falla al di sopra della linea di galleggiamento
Catamarano incagliato alla Bramassa


ALGHERO - Nottata impegnativa per gli uomini della Guardia costiera di Alghero, sotto il coordinamento del direttore marittimo del Nord Sardegna, capitano di Vascello Maurizio Trogu. Intorno alle ore 4.50, la Sala operativa dell’Ufficio Circondariale marittimo di Alghero riceveva una richiesta di soccorso da parte del conduttore di un catamarano che, finito sugli scogli, stava imbarcando acqua a causa di una falla al di sopra della linea di galleggiamento.

Nelle successive comunicazioni, i militari riuscivano a risalire alla situazione emergenziale in atto: il catamarano, di circa 15metri e con una persona a bordo di nazionalità francese, a causa del forte vento di maestrale presente nella baia di Porto Conte, arava con la catena dell’ancora e successivamente finiva sugli scogli in località La Bramassa.

Veniva immediatamente disposta l’uscita della motovedetta Sar Cp871, che intercettava l’imbarcazione e, una volta provveduto al disincaglio, si occupava di metterla in sicurezza in attesa dell’arrivo sul posto dell’unità di una ditta specializzata nelle operazioni di recupero. Constatata la buona salute del comandante dell’unità ed accertata l’assenza di inquinamento ed ulteriori danni strutturali allo scafo, l’unità veniva rimorchiata, con la costante assistenza della motovedetta, fino al porto di Alghero, per procedere all’alaggio in un cantiere nautico locale.
17:10
Le ricerche erano proseguite per tre lunghi giorni. La salma trasportata dai militari della Capitaneria nel porto di Alghero e poi a Sassari, nella struttura ospedaliera di Rizzeddu. Restano da capire le cause che hanno portato al decesso
16/10/2017
Le ricerche sono proseguire senza sosta in località La Frana. Sotto il coordinamento del direttore marittimo del nord Sardegna, capitano di Vascello Maurizio Trogu, prendono parte alle ricerche anche i mezzi navali della Guardia costiera di Porto Torres ed Alghero, della Guardia di finanza, un elicottero ed i sommozzatori dei Vigili del fuoco
16/10/2017
A dare l´allarme è stata la compagna non vedendolo tornare a casa dalla battuta di pesca subacquea in apnea. Continuano le ricerche per ritrovare il corpo
16/10/2017
Improvviso malore a bordo della Moby Otta, in navigazione a circa sei miglia dal porto di Olbia. Provvidenziale l´intervento della motovedetta della Capitaneria di porto
© 2000-2017 Mediatica sas