Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroAmbienteAmministrazione › Parco, boom di visite: è record
P.P. 6 agosto 2017
24mila i visitatori al Parco Regionale di Porto Conte negli ultimi mesi, contro la media passata di 1500 visite annue. Un vero e proprio boom grazie alle rinnovate attività programmate dalla primavera. L'assessore all'Ambiente a tutto campo: «Il Parco di Porto Conte, sotto la gestione di Forza Italia era diventato uno “stipendificio”»
Parco, boom di visite: è record


ALGHERO – 24mila visitatori al Parco di Porto Conte per Emozioni di Primavera. Un numero considerevole, specialmente se confrontato con la media annua dei visitatori del Parco, che dal 2008 fino al 2012 si attestava su circa 1.300-1500 visitatori annui. Un vero e proprio boom, grazie alle rinnovate attività programmate dalla Primavera dal presidente Gigi Cella, dal direttore Mariani con lo stretto supporto di assessorato all'Ambiente e Meta. Per quanto riguarda i risultati dell’educazione ambientale, si è passati da una media di 4.000 studenti (periodo 2008 – 2015) ad avere nel 2017 oltre 10.000 studenti. Insomma, per l'Ente gestito dal comune di Alghero i numeri confermano la straordinaria crescita rispetto al passato.

E' l'assessore all'Ambiente a snocciolare gli ottimi risultati fin quì conseguiti, non senza un pizzico di orgoglio, anche perchè gli ex amministratori di Forza Italia, Camerada, Pais e Pirisi, nel tentativo di attaccare l'amministrazione parlavano d«i gestione fallimentare» del Parco di Porto Conte e dell'Area Marina Protetta di Capo Caccia - Isola Piana; da «sottolineare e raccontare» è invece la convinzione dell'assessore Raniero Selva: «Pur nella difficoltà ereditata dall’Amministrazione Tedde, il Parco e l’Area Marina Protetta sono oggi pienamente operative, capaci di attrarre importanti risorse per programmare azioni ed interventi finalizzati a produrre benefici al sistema economico e turistico».

A breve si interverrà sulla Grotta Verde, grazie ad un finanziamento della Regione di 850 mila euro, da impiegare per ultimare gli interventi necessari e rendere finalmente fruibile il sito di grande valenza turistica; in arrivo ulteriori 700 mila euro da Ministero dell’Ambiente per il completamento delle bonifiche nella zona di Mugoni colpita dall’incendio nel settembre 2015. E ancora, finanziamenti ministeriali: 787 mila euro per lavori di messa in sicurezza della falesia di Punta Giglio, la cui zona marina sottostante è interessata da ordinanza di interdizione della Capitaneria di Porto. È in corso una proficua interlocuzione con il Ministero dell’Ambiente per la gestione unificata del Parco di Porto Conte e dell’Area Marina Protetta Capo Caccia Isola Piana.

Raniero Selva si toglie qualche sassolino. «Il Parco di Porto Conte, sotto la gestione di Forza Italia era diventato uno “stipendificio” per il Cda. Le cose sono cambiate: nel corso di questi anni sono stati risparmiati 450 mila euro di stipendi, retribuzioni esclusive del Cda, di cui faceva parte il fratello dell’attuale consigliere Camerada. In quel periodo furono licenziati circa una decina di dipendenti per essere sostituiti da altrettanti con un sistema clientelare. Grande produzione di pubblicazioni, ancora sotto la polvere della sede di Casa Gioiosa, affidamenti ad amici di progettualità senza alcun risultato. Sperpero di denaro mai visto, alla faccia delle accuse che ci vengono rivolte». «Inoltre - attacca Raniero Selva - dal 2000 fino al 2007 il Parco di Porto Conte ha ricevuto finanziamenti pari a 1.700.000 euro, con nessuna attività di rilievo se non quella del pagamento degli emolumenti al cda in cui era presente dal 2004 al 2007, il sunnominato fratello del consigliere Camerada».

Nella foto: l'assessore Raniero Selva con l'ufficio Ambiente a Porta Terra
19:37
Il gruppo consiliare del Pd di Alghero, in sintonia e sinergia con la Segreteria cittadina, esprime soddisfazione per la presa d´atto del Consiglio comunale del Piano di Assetto Idrogeologico, ma la mancata partecipazione dei consiglieri di minoranza non è passata inosservata ai Dem
19:48 video
La presa d´atto del potenziale rischio idrogeologico del territorio comunale, come facilmente comprensibile, è alla base di tutta la pianificazione urbanistica territoriale. Lunedì il Consiglio comunale di Alghero ha adottato il Piano di Assetto Idrogeologico colmando una grave carenza del passato. Sul Quotidiano di Alghero le immagini esclusive della seduta consiliare (per problemi tecnici manca il finale di seduta)
8:28
Inutile sottolineare l´importanza dell´approvazione del Piano di Assetto idrogeologico, atteso ad Alghero da molti anni. Grande soddisfazione per i Comitati di Borgata di Maristella, Guardia Grande - Corea, Sa Segada - Tanca Farrà. Nelle prossime ore il video integrale del consiglio comunale
9:00
La presa d´atto del Piano di Assetto Idrogeologico, oltre che essere un atto dovuto al fine di programmare e progettare tutte le eventuali opere di mitigazione realizzabili, fotografa la reale situazione idraulica del territorio. Ma non mancano le voci contrarie, come quella dell´ex consigliere Pietro Bernardi
10/12/2017
Sono 1740 le famiglie che riceveranno il sussidio: 1400 per i mesi di novembre e dicembre, mentre a 340 saranno pagate insieme 4 mensilità (le due precedenti, oltre a novembre e dicembre)
© 2000-2017 Mediatica sas