Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaAmbiente › Legge Turismo: il Wwf chiama il Governo
Red 8 agosto 2017
L´associazione ambientalista chiederà al Governo di impugnare la legge sul turismo della Regione autonoma della Sardegna, come già richiesto dal soprintendente al paesaggio Fausto Martino
Legge Turismo: il Wwf chiama il Governo


ALGHERO - Il Wwf esprime grande preoccupazione per l’articolo 15 contenuto nella nuova legge regionale sul turismo, che potrebbe portare a realizzare anche nella fascia dei 300metri dalla battigia e, in aree paesaggistiche di rilievo, ulteriori volumetrie. Visto il rischio concreto, «manifestiamo grande appezzamento per l’azione intrapresa dal soprintendente al Paesaggio Fausto Martino, che denuncia la mancata co-pianificazione da parte della regione sarda con il Ministero competente e chiede il ricorso del Governo alla Corte Costituzionale per verificarne la legittimità».

«Anche in questo caso, la Sardegna - ha dichiarato il delegato regionale Wwf Carmelo Spada - si distingue per scelte pianificatorie discutibili e non condivisibili come già rimarcato dalla nostra associazione in merito al Ddl Urbanistica, che nel suo complesso, anche con eventuali modifiche, sarebbe comunque un pessimo strumento di governo del territorio. Nello specifico della una nuova legge sul turismo - ha continuato Spada - in merito ai campeggi, va ricordato che essi spesso sono ubicati in aree di grande bellezza paesaggistica della Sardegna, pertanto consentire il posizionamento di casette prefabbricate, pari al 35percento della capacità ricettiva di ogni singola struttura è davvero incredibile e inaccettabile. Anche il Wwf chiederà al Governo di impugnare la legge sul turismo della regione Sardegna come già richiesto dal soprintendente al Paesaggio Fausto Martino che teme possano sorgere agglomerati edilizi privi di ogni qualità in contrasto con le norme tecniche di attuazione del Piano paesaggistico regionale».

«Se il governo nazionale non dovesse intervenire, valuteremo la possibilità, in presenza di singoli provvedimenti concessori, di impugnarli presso il Tribunale Amministrativo della Sardegna. Siamo convinti che qualsiasi deroga alla tutela ambientale e paesaggistica che possa riversare ulteriori volumi edilizi, siano essi di cemento o di prefabbricati di legno, sulle coste determina un nuovo e inutile consumo di territorio costiero che compromette una risorsa strategica per le generazioni future», ha concluso il delegato Wwf per la Sardegna.

Nella foto: il delegato regionale Wwf Carmelo Spada
Commenti
18:10
Gabriella Colucci, Alessandro Forino e Giovanna Battistina Melas, sono i tre nomi proposti dal Comune per la presidenza del Parco nazionale dell’Asinara e scaturiti dalla manifestazione di interesse scaduta il 24 luglio
17:59
Si è verificato ieri alle 21 il distacco di alcuni calcinacci da una palazzina in dissesto statico situata nella piazza Umberto I, in via Ponte romano, proprio quando la zona era trafficata
22/8/2017
Supporto fondamentale quello prestato dalla Compagnia Barracelli Alghero nell´ultima settimana, in servizio in stretto rapporto con tutte le forze di Polizia del territorio. Sanzioni nella Pineta per parcheggi all´interno della fascia dunale, campeggi abusivi e gettito incontrollato di rifiuti
22/8/2017
Per quanto riguarda lo stoccaggio delle scorie nucleari, la situazione è analoga: i tecnici studiano il problema, indicano la modalità di stoccaggio, individuano i siti, calcolano i rischi, possono stabilire gli indennizzi. Il pubblico, non potendo valutare il rischio, ascolta la sua percezione. Ne ha però una valutazione distorta, umorale, di pancia, come si dice
22/8/2017
Ormai completamente fuori uso e con l’azienda produttrice non più presente sul mercato, il dirigente dell’ufficio tecnico Claudio Vinci ha proposto due soluzioni in risposta al quesito posto dal consigliere Davide Tellini
21/8/2017
Un diportista francese è stato denunciato a piede libero dalla Guardia Costiera dopo aver gettato l’ancora nello specchio acqueo antistante la spiaggia di Cala Sant’Andrea
22/8/2017
Un incontro con la struttura per verificare con maggiore rigore il rispetto degli accordi contrattuali con Ambiente 2.0, la ditta che gestisce il servizio dei rifiuti in città. Il sindaco Sean Wheeler di concerto con l´assessore all´Ambiente Cristina Biancu, ha chiesto una maggiore attenzione sul tema dei rifiuti
22/8/2017
Cagliari e Sassari guidano la raccolta delle sorgenti luminose esauste in Sardegna. I dati del primo semestre della raccolta del Consorzio: nell´Isola si riciclano 12tonnellate di lampade fluorescenti, neon e led
© 2000-2017 Mediatica sas