Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieolbiaCronacaSoccorsi › Barca in difficoltà: salvati due bambini
Red 11 agosto 2017
Ieri pomeriggio, la Guardia costiera di Olbia ha tratto in salvo otto turisti a bordo di un natante preso in affitto, che navigava nello specchio acqueo compreso tra Capo Figari e l’Isola di Tavolara, in condizioni meteomarine sfavorevoli
Barca in difficoltà: salvati due bambini


OLBIA – Ieri pomeriggio (giovedì), sono stati tratti in salvo otto turisti (di cui due bambini) dalla Guardia Costiera di Olbia, a bordo di un natante preso in affitto, che navigava nello specchio acqueo compreso tra Capo Figari e l’isola di Tavolara, in condizioni meteomarine sfavorevoli impedendo di proseguire in sicurezza la navigazione verso il porto di Golfo Aranci. Il conduttore, allertato anche dalla reazione dei bambini, visibilmente nel panico, ha prontamente contattato il numero per le emergenze in mare e la Sala operativa della Capitaneria di porto–Guardia costiera di Olbia, con al comando il capitano di Vascello Maurizio Trogu, ha disposto immediatamente l’uscita in mare della motovedetta Cp894.

Nel frattempo, gli uomini della Capitaneria di porto, rimasti in contatto telefonico con i diportisti, hanno cercato di individuare con precisione la zona in cui il natante stazionava, ma, vista la poca esperienza dei turisti, la ricerca della Cp894 ha coperto la zona tra Capo Figari e Capo Ceraso. Avvistato il natante, la motovedetta ha immediatamente trasbordato donne e bambini, rasserenandoli, mentre la società di locazione ha recuperato il natante, che non presentava alcuna avaria dal punto di vista tecnico. Dopo pochi minuti, la motovedetta ha ormeggiato a Golfo Aranci e condotto a terra tutte le persone, in buono stato di salute.
17:10
Le ricerche erano proseguite per tre lunghi giorni. La salma trasportata dai militari della Capitaneria nel porto di Alghero e poi a Sassari, nella struttura ospedaliera di Rizzeddu. Restano da capire le cause che hanno portato al decesso
16/10/2017
Le ricerche sono proseguire senza sosta in località La Frana. Sotto il coordinamento del direttore marittimo del nord Sardegna, capitano di Vascello Maurizio Trogu, prendono parte alle ricerche anche i mezzi navali della Guardia costiera di Porto Torres ed Alghero, della Guardia di finanza, un elicottero ed i sommozzatori dei Vigili del fuoco
16/10/2017
A dare l´allarme è stata la compagna non vedendolo tornare a casa dalla battuta di pesca subacquea in apnea. Continuano le ricerche per ritrovare il corpo
16/10/2017
Improvviso malore a bordo della Moby Otta, in navigazione a circa sei miglia dal porto di Olbia. Provvidenziale l´intervento della motovedetta della Capitaneria di porto
© 2000-2017 Mediatica sas