Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroCulturaCinema › Cala il sipario sul Premio Villanova Monteleone
Red 19 agosto 2017
Le pietre di Sciola e l´inquinamento ambientale di Porto Torres protagonisti dei documentari sardi a Villanova Monteleone. Il pubblico ha seguito con attenzione “Born of stone” di Emilio Bellu e “R-Esistenze” di Alessandro Mirai e Fabian Volti. Grande interesse anche per “The funeral” di Filippo Biagianti e Ruben Lagattolla
Cala il sipario sul Premio Villanova Monteleone


VILLANOVA MONTELEONE – Due lavori di autori sardi ambientati nell'Isola hanno rapito il pubblico nella seconda serata di proiezioni al Premio Villanova Monteleone per il documentario italiano. Il primo è “Born of stone” di Emilio Bellu, dedicato al complesso lavoro di Pinuccio Sciola ed alla sua arte capace di far suonare le pietre. L'idea, tanto semplice quanto geniale di far vibrare le pietre incise, scolpite, rese malleabili dall'artista di San Sperate. Sciola, scomparso un anno fa, è diventato celebre a livello internazionale esponendo le sue sculture sonore nelle più ambite mostre mondiali. Grande attenzione è stata riservata a “R-Esistenze” di Alessandro Mirai e Fabian Volti, un lavoro girato a Porto Torres per raccontare i disastri provocati dall'inquinamento industriale in una “terra di mezzo” resa sempre meno vivibile. Il documentario è incentrato sulle storie di chi vive all'ombra dell'antico ponte romano e del più recente e meno affascinante cavalcavia che attraversa quella che un tempo era la rinomata spiaggia di Marinella.

Ultimo lavoro proiettato è stato “The funeral” di Filippo Biagianti e Ruben Lagattolla, una testimonianza su come il sistema delle caste in India possa arrivare ad impedire il passaggio di un corteo funebre della casta Dalit, considerata inferiore e che subisce, secondo dati del 2014, un crimine ogni 18minuti. Durante la serata di ieri (venerdì), sono stati proiettati anche i teaser dei lavori di alcuni studenti dell'Accademia di Belle arti Mario Sironi di Sassari che, guidati dal docente di regia Lorenzo Hendel, stanno documentando la situazione dei migranti ospiti della struttura Baja Sunajola di Lu bagnu, a Castelsardo. Tre troupe con stili ed approcci differenti raccontano la convivenza dei richiedenti asilo con la comunità del centro anglonese.

La giornata di oggi partirà alle ore 21, in Piazza Piero Arru, con la proclamazione dei vincitori del Premio Villanova Monteleone 2017, assegnato dalla Giuria formata da Davide Bini, Lorenzo Hendel e Giommaria Monti. Un ulteriore riconoscimento sarà conferito dalla Giuria giovani composta da ragazze e ragazzi villanovesi. Si chiuderà alle 23, in Piazza Generale Casula, con il concerto acustico di Alessandro Azara Trio, un grande tributo alla figura indimenticabile di Rino Gaetano [LEGGI].

Nella foto: alcuni studenti dell'Accademia di Belle arti Mario Sironi di Sassari
Commenti
© 2000-2017 Mediatica sas