Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziecagliariCulturaArte › Cagliari tattoo convention, si parte
Red 24 agosto 2017
Da domani a domenica 27 agosto, il Centro Congressi dell´Hotel Setar, in Via S’Oru e Mari, a Quartu Sant´Elena, ospiterà la decima edizione della manifestazione
Cagliari tattoo convention, si parte


QUARTU SANT'ELENA - Oltre 120 artisti provenienti da tutto il mondo, ampio spazio dedicato agli hobbisti, un’area baby, street food, gelati, birre artigianali delle migliori aziende locali e numerosi spettacoli. E’ tutto pronto all’Hotel Setar di Quartu Sant’Elena per la decima edizione della Tattoo convention, l’unica “tre giorni” in Sardegna dedicata al mondo del tatuaggio e della body art, che ogni anno fa arrivare ospiti da tutto il mondo contando oltre 10mila presenze. L’appuntamento si rinnova al Centro Congressi dell’Hotel Setar, sul litorale di Quartu Sant’Elena, da domani (venerdì) a domenica 27 agosto, con apertura dei cancelli alle ore 16 fino a tarda notte. Tra le novità di quest’anno, un baby parking disponibile ogni giorno con giochi gonfiabili ed intrattenimento per i più piccoli pagando 5euro per quattro ore con l’animazione di “Tutto esaurito”. Una kermesse che conta oltre 6mila metri quadrati dove il tattoo, riconosciuto ormai come forma d’arte ed adatto a tutti grazie all’evoluzione di tecniche e stili, sarà il filo conduttore della tre giorni che intreccia arte, cultura e spettacolo.

Oltre 120 i tatuatori di fama internazionale che arriveranno a Quartu per proporre fantastici stili espressivi come old school, Japan, realistici ed i new traditional. Tra le novità, i black work (tatuaggio nero in tutte le sue declinazioni ) ed i mandala (vuol dire “cerchio” oppure “centro”, per la tradizione orientale è l'espressione dell'universo e simboleggia anche la ruota della vita), che variano per significato e zona. Inoltre, gli artisti potranno come ogni anno partecipare al Tattoo contest, che premierà i tatuaggi più belli realizzati nelle cinque categorie di realistico, figurativo, giapponese, tribale e traditional. Si sfideranno a colpi di inchiostro e fantasia in una vetrina, quella cagliaritana, che riflette stili, tendenze, abilità e tecniche all’avanguardia. La location per il decimo compleanno della Tattoo convention sarda, sarà in grado di soddisfare al massimo le aspettative degli appassionati o dei semplici curiosi che potranno passare un week-end tra i colori ed il bianco e nero delle opere d’arte sulla pelle degustando cibo di alta qualità come quelli di “Pizza Margherita risto pub” di Quartu Sant’Elena, o lo street food di “Panino.eat”, nato dalla fantasia del ristorante “Cucina.eat” di Cagliari, con le immancabili birre artigianali “Brew bay beer” ed il gelato della “Gelateria Aresu” di Cagliari.

E per festeggiare al meglio questi dieci anni, si potrà assistere a performance artistiche, mostre e grandi concerti sul palco centrale dell’area esterna o tra gli spazi del Centro congressi dedicati alla Convention. Due i punti palco: il main stage ed il grass stage, sul prato, dove i Dj set accompagneranno gli aperitivi. Nel corso della tre giorni si esibiranno sei band tra le più affermate a Cagliari, spaziando dal punk al noise, dallo sludge al post rock e dal garage al post grunge. In particolare, sabato, si esibiranno i ragazzi delle Ormus force tra le persone o sul prato. Invece, tra le mostre si potrà ammirare la “Hands off”, tatuaggi realizzati su pelle sintetica per mostrare le abilità stilistiche ed esecutive della tattoo art. Per il decennale, la locandina è stata disegnata dall’artista Gabri Pais. La Tattoo convention Cagliari ha pensato anche ai clienti affezionati con un ticket per tutti e tre giorni i giorni ad un prezzo speciale: 20euro per l’accesso e l’uscita in qualsiasi momento, saltare le file e godere di tutti gli spettacoli.

(Foto d'archivio)
Commenti
16/10/2018
Si è concluso a Sassari il progetto che utilizza l´arte per sensibilizzare al decoro urbano. Ieri mattina, alla fiera Promo Autunno, erano presenti il sindaco Nicola Sanna, l´assessore comunale alle Politiche agro-ambientali Fabio Pinna, il responsabile delle relazioni esterne del Banco di Sardegna Antonio Garrucciu, Federico Soro, docente dell´Accademia delle Belle arti di Sassari e l´artista Pietruccia Bassu
© 2000-2018 Mediatica sas