Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizienuoroTurismoManifestazioni › Tutto pronto per Autunno in Barbagia 2017
Red 30 agosto 2017
Si rinnova l’appuntamento con la mostra itinerante della tradizione barbaricina divenuta la bandiera dell’autunno in Sardegna. Anche quest’anno la manifestazione parla in limba, con uno slogan che invita a conoscere il cuore della Sardegna: «A lu connosches su coro de sa Sardigna?»
Tutto pronto per Autunno in Barbagia 2017


NUORO - Si rinnova l’appuntamento con Autunno in Barbagia, la mostra itinerante della tradizione barbaricina divenuta la bandiera dell’autunno in Sardegna. Il circuito comprende trentadue paesi della provincia di Nuoro, che si occuperanno di organizzare numerosi eventi dedicati ad arte, storia, folklore, artigianato ed enogastronomia, in vetrina nelle tipiche “corti” delle antiche dimore isolane. Gli eventi si articoleranno durante sedici week-end, da settembre a dicembre. Quattro i nuovi centri che da quest’anno arricchiranno il circuito: Ottana, Orotelli, Oniferi ed Ortueri. Alla conferenza stampa di presentazione dell’evento, che si è svolta oggi (mercoledì) nella Camera di commercio di Nuoro, hanno fatto gli onori di casa il presidente dell'Ente Agostino Cicalò ed il presidente dell’Azienda Speciale Aspen Vincenzo Cannas.

«L’ultima volta che ci siamo incontrati a Cagliari, ai primi di agosto - ha dichiarato Cicalò - per parlare di Autunno in Barbagia, eravamo a un passo dal decreto attuativo del Governo sul riordino delle Camere di commercio, e in quel momento avevamo quasi perso le speranze. Alla fine, con grande soddisfazione, l’abbiamo spuntata, raggiungendo un risultato di grande pregio. I numeri di questa struttura ci danno ragione, grazie al segretario generale e al personale della Cciaa che tutti i giorni si adoperano per svolgere un eccellente lavoro, e che hanno di fatto convinto il Governo nelle sue scelte. Un ringraziamento all’intensa attività del senatore Giuseppe Luigi Cucca che è stato promotore dell’emendamento e ha difeso fortemente il nostro territorio nelle sedi opportune. Grazie anche all’assessore Filippo Spanu che, nella Conferenza Stato-Regioni, ha costruito un percorso che ci ha permesso di vincere la partita, per niente facile, contro la Sicilia. Stiamo dimostrando di essere efficienti, così come lo sono i Comuni del nostro territorio, i veri protagonisti di Autunno in Barbagia sempre pronti a spendersi per un’ottima riuscita della manifestazione e per un’eccellente ricaduta economica».

«Rispetto alle precedenti edizioni vanno registrate alcune novità - ha rilanciato Cannas - come la crescita del numero dei paesi del circuito: sono ben trentadue i Comuni che hanno aderito alla manifestazione, a differenza dei ventotto degli anni scorsi, testimonianza del notevole sviluppo dell’evento. In alcuni paesi abbiamo riscontrato, con soddisfazione, un miglioramento tra le attività proposte: il cuore delle iniziative sono sempre gli antichi cortili, che per l’occasione ospitano le tradizioni secolari. Le Amministrazioni comunali hanno sempre un occhio di riguardo verso la riscoperta dei valori e dei riti quotidiani di una volta: le massaie impastano il pane e i dolci per la famiglia, ricamano con maestria gli abiti tradizionali, mentre gli uomini pigiano le uve appena raccolte, gli artigiani lavorano con precisione e cura la ceramica, il ferro battuto e la filigrana, e i falegnami si dedicano all’intaglio del legno. Tutte queste attività rappresentano ciò che il pubblico ama di Autunno in Barbagia e, quando vediamo gli hobbisti diventare impresa, i viticoltori aprire delle cantine ecc., allora vuol dire che abbiamo raggiunto l’obiettivo. Da settembre a dicembre, in tutti i fine settimana, Autunno in Barbagia offre dei programmi interessanti, un’alternativa alla noiosa domenica sul divano. In questa edizione stimiamo di superare i 500mila visitatori, di coinvolgere più di 2mila imprese e raggiungere i 10milioni di euro di vendite dirette».

L’intensa attività di comunicazione promossa dalla Camera di commercio e dall’Aspen si suddivide tra strumenti tradizionali e strumenti innovativi, con una forte e costante presenza sul web, affiancando al sito ufficiale della manifestazione i vari canali social (Facebook, Twitter ed Instagram) attraverso i quali coinvolgere in maniera diretta i visitatori e tutti coloro che abbiano interesse a scoprire questa importante manifestazione. «La scorsa edizione – continua il presidente Cicalò – abbiamo rilevato un’ottima risposta sui canali social della manifestazione: esiste una vera e propria community di appassionati che, attraverso fotografie e racconti real-time, è riuscita a rendere interessante Autunno in Barbagia anche per il target dei giovani-giovanissimi e raggiungibile con uno smartphone da tutto il mondo. Sempre più di frequente ci si da appuntamento nel web, magari scambiando qualche commento sulle foto pubblicate, e poi ci si incontra ad Austis o Belvì, per esempio, per passare insieme il week-end, scoprendo nuovi sapori e chiacchierando con gli artigiani dei nostri paesi. Abbiamo pubblicato su Facebook alcuni video che mostrano in diretta la realizzazione de “sos durchicheddos nugoresos” (i dolci nuoresi) raggiungendo più di 100mila visualizzazioni, oppure “is caschettes” di Belvì, o la preparazione della ricotta, la vendemmia, l’artigiano al lavoro, il rito del matrimonio: insomma, la tradizione, nel senso più ampio del termine, è sempre una ricetta vincente». Autunno in Barbagia anche quest’anno parla in limba, con uno slogan che invita a conoscere il cuore della Sardegna: «A lu connosches su coro de sa Sardigna?».

Nella foto: un momento della presentazione
Commenti
18/9/2017
All´interno del programma, un´anteprima d´eccezione pensata per coinvolgere quante più famiglie algheresi, regalare un momento di spensieratezza, divertimento e veicolare i dépliant con tutti gli appuntamenti previsti in città
17:51
Per dare forma al programma degli eventi natalizi a Porto Torres, si è riunita questa mattina la commissione cultura presieduta da Samuela Falchi alla presenza dell’assessore competente Alessandra Vetrano
21/9/2017
Nel fine settimana con la sagra della pecora, il cabaret di Alberto Farina, direttamente da Colorado, e la processione per le vie della borgata
20/9/2017
Da venerdì a domenica, Marta e il suo gruppo saranno ospiti della 36esima edizione di Italia e Regioni, la manifestazione organizzata a Vieste dal Gruppo folkloristico locale Pizzeche & Muzzeche
© 2000-2017 Mediatica sas