Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroCronacaSocietà › L´abbraccio dopo 44 anni: emozioni, lacrime
Red 1 settembre 2017
«Mi rimane poco tempo da vivere e prima di morire voglio conoscere mia figlia», aveva detto Giulio Cesare, che lunedì ha finalmente potuto abbracciare Angelia, che aveva sempre saputo che il suo genitore era deceduto da tempo
L´abbraccio dopo 44 anni: emozioni, lacrime


CAGLIARI – E' una storia commovente, di quelle con il lieto fine, ma che fa pensare ai suoi protagonisti «quanto tempo abbiamo perso». Da una parte c'è Giulio Cesare, dall'altra Angelia. Sono padre e figlia, ma per quarantaquattro anni la vita li ha separati. La storia è stata portata a conoscenza del grande pubblico da Ennio Neri, giornalista cagliaritano.

Alle volte, è un fatto brutto a spingere la vita nella giusta direzione. Mentre Angelia pensava che suo padre fosse morto, lui si era sempre tenuto in disparte, un po' per non disturbare l'ex compagna, un po' per paura di un rifiuto da parte di sua figlia. Ma la scoperta di essere malato, lo ha spinto finalmente a contattare il compagno di sua figlia tramite Facebook: «Sono il padre di Angelia. Mi rimane poco tempo da vivere e prima di morire voglio conoscere mia figlia». E lunedì, proprio nel giorno del suo 85esimo compleanno, Giulio Cesare ha ricevuto il regalo più bello, l'abbraccio di Angelia.

Quella figlia nata ad Alghero nel febbraio 1973, quando la storia tra Giulio Cesare e la sua compagnia stava arrivando ai titoli di coda. Un padre quindi completamente assente, mentre mamma e nonna rispondono vagamente alle curiosità della loro bimba, con racconti di una nascita in nave ed un padre straniero. Giulio Cesare la cerca nelle scuole elementari, ma è tutto inutile, visto che la madre, maestra elementare, non la manda a scuola e la cresce in casa. Pare che, dopo anni, la madre avesse dato al padre anche la possibilità di incontrarla, ma senza dirgli la verità. Situazione che lui rifiutò.

Intanto, Angelia diventa donna, parte per Roma, dove frequenta l'Accademia di Spettacolo e da li a Cagliari. Tanti anni lontani e poi, il contatto social, fino all'incontro all'Ospedale Oncologico, proprio nel giorno della visita per Giulio Cesare. Ora, sono di nuovo insieme: auguri.
Commenti
18/11/2017
L’assessore regionale degli Affari generali Filippo Spanu è intervenuto a Cagliari, all’Hostel Marina, alla manifestazione che ha offerto l’opportunità di conoscere alcuni piatti della cultura gastronomica del paese subsahariano
© 2000-2017 Mediatica sas