Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieoristanoCronacaAnimali › Oristano: Forestale salva volpina
Red 1 settembre 2017
Un piccola volpe soccorsa dal personale del Corpo forestale della locale Stazione è diventata testimonial in un progetto didattico di divulgazione ambientale contro gli incendi
Oristano: Forestale salva volpina


ORISTANO - Un piccola volpe soccorsa dal personale del Corpo forestale della Stazione di Oristano è diventata testimonial in un progetto didattico di divulgazione ambientale contro gli incendi. Grazie al Servizio di recupero della fauna selvatica, coordinato dall'Assessorato regionale della Difesa dell'Ambiente, ed alla sinergia con la Provincia e con la Forestale, per l'animale scampato ad un incendio si apre un futuro da mascotte all'interno dell'Acquario di Cala Gonone, dove oggi (venerdì) viene ufficialmente introdotta.

La cucciola di volpe, di circa un mese e mezzo, era stata trovata ustionata ed intossicata dal fumo, durante un incendio divampato a maggio nelle campagne di Massama, che ha condannato a morte il resto della famiglia. Soccorsa dal personale del Corpo forestale, è stata affidata alle cure della clinica veterinaria Duemari di Oristano, convenzionata con la Provincia per gli interventi di soccorso e sanitari a favore della fauna selvatica nell'ambito della rete regionale. I veterinari, a causa del suo aspetto dopo l'incontro con le fiamme, hanno deciso di chiamarla Rosa Fumetta. A distanza di tre mesi, la volpina non ha più necessità di attenzioni da parte dei veterinari, ma le sue condizioni non consentono il reinserimento in natura, in quanto incapace di procurarsi il cibo, avendo perso le ultime falangi degli arti anteriori privi di unghie. Inoltre, ha ricevuto un nuovo imprinting dato dalla frequentazione degli umani.

L'Assessorato regionale Difesa Ambiente, la Forestale e la Provincia di Oristano, insieme alla struttura veterinaria, hanno trovato una soluzione adatta alle sue condizioni, trovandole una nuova casa e facendola diventare testimonial dei danni che gli incendi provocano all'ambiente ed alla fauna. La struttura individuata è l'Acquario di Cala Gonone, l'unico giardino zoologico in Sardegna autorizzato alla custodia degli animali selvatici. Rosa Fumetta trova spazio nel giardino adiacente i fabbricati esistenti, in diretto collegamento con i locali dell’acquario, in modo che possa mantenere il contatto con gli esseri umani, ma anche isolarsi dai visitatori.
Commenti
29/9/2017
Nel fine settimana, la delegazione Lipu di Alghero ed il Cta Vel Marì-Cooperativa sociale La Luna organizzano l´osservazione dell´avifauna, sabato nello Stagno del Calic e domenica nel Lago di Baratz
© 2000-2017 Mediatica sas