Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaParchi › Parco e Area marina, gestione unica: c´è il via libera
Red 1 settembre 2017
Nei giorni scorsi, l´audizione del direttore del Parco naturale regionale di Porto Conte sulle prospettive della gestione integrata di Parco e Area marina protetta. La riunione della quinta Commissione si è svolta nei locali della casa comunale di Via Columbano alla presenza, tra gli altri, dell´assessore all´Ambiente Raniero Selva
Parco e Area marina, gestione unica: c´è il via libera


ALGHERO - Per iniziativa del presidente della quinta Commissione consiliare “Ambiente, Parco naturale, Riserva marina, ecologia e sanità, servizio idrico integrato” Mario Nonne, nella seduta di mercoledì, è stato invitato a partecipare il direttore del Parco di Porto Conte Mariano Mariani, per un approfondimento riguardante lo “stato dell’arte” nei rapporti con il Ministero dell’Ambiente, riguardo la gestione integrata del Parco regionale di Porto Conte e dell’Area marina protetta di Capo Caccia-Isola Piana. Nonne, ha avviato i lavori ricordando come l’obiettivo di giungere alla gestione unitaria delle Aree protette di Alghero sia, oltreché “strategico”, anche contenuto nel Documento unico di programmazione dell’Amministrazione comunale e, in tal senso, la Giunta ha operato.

Al proposito, l’assessore comunale all'Ambiente Raniero Selva ha confermato l’imminenza del decreto ministeriale che sancirà l'unificazione delle gestioni. «Abbiamo svolto un delicato lavoro di raccordo con il Ministero e con la Regione ribadendo l’assoluta necessità di procedere ad una regia unica nella guida e nella gestione delle due Aree protette; una unificazione che comunque mantiene come è legittimo la netta distinzione giuridica dei due enti di salvaguardia che territorialmente si compenetrano e che per questa ragione hanno necessità di lavorare insieme per una più razionale ottimizzazione delle risorse e della salvaguardia degli ecosistemi e degli habitat comuni», ha sottolineato Selva. Dello stesso avviso Mariani, che ha ribadito come sia assolutamente strategica e di buon senso la gestione integrata, sia per ragioni di maggiore economicità e di efficienza, sia per ragioni ambientali e naturalistiche trattandosi di ecosistemi caratterizzati da molteplici valenze che si integrano, si frappongono e completano.

Il direttore del Parco ha spiegato alla Commissione come, con il Ministero, alla fine abbia prevalso la puntuale applicazione della legge nazionale sui parchi e le Aree protette che prevede, qualora un’Area marina protetta sia istituita in acque confinanti con un'Area protetta terrestre, la gestione attribuita al soggetto competente per quest’ultima. «Non avrebbe senso continuare ad operare come se esistessero dei confini tra costa e mare, la natura non ha limiti geografici. Si tratta, quindi, di un importante passo avanti - ha riferito Mariano Mariani - non solo per le prioritarie esigenza di tutela degli ecosistemi, ma per una loro efficace promozione in termini di educazione ambientale e di fruizione, anche turistica, funzionale alla valorizzazione ed allo sviluppo del territorio». Al raggiungimento dell'importante obiettivo ha contribuito in maniera determinante il prezioso lavoro del sindaco di Alghero Mario Bruno ed i solidi rapporti con i competenti uffici del Ministero dell'Ambiente.

Nella foto: il direttore del Parco di Porto Conte Mariano Mariani
Commenti
© 2000-2017 Mediatica sas