Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaPolitica › Caccia alle tessere Dem: orari. Dopo 7 anni si chiude l´era Salis
M.V. 21 settembre 2017
Nuovi orari nelle giornate di giovedì, venerdì, sabato e lunedì per il tesseramento nel circolo cittadino del Partito democratico. Ecco le novità. Col congresso si chiude la segreteria di Mario Salis, lo stimato professionista eletto la prima volta ai vertici del circolo di Alghero nel luglio del 2010
Caccia alle tessere Dem: orari
Dopo 7 anni si chiude l´era Salis


ALGHERO - Procedono presso la sede locale del Partito democratico in via Mazzini ad Alghero, le operazioni di tesseramento in previsione del congresso cittadino per il rinnovo dell'assemblea e l'elezione del nuovo segretario. Sede aperta tutti i giorni fino a lunedì prossimo, domenica esclusa, dalle ore 17.30 alle ore 20. Per supportare le operazioni di tesseramento, sarà presente anche un delegato dell'ufficio provinciale di Sassari. Nei giorni scorsi, infatti, si sarebbero verificati alcuni disguidi negli orari di apertura del circolo, che non avrebbero permesso a numerosi cittadini interessati di sottoscrivere la tessera nominale.

Si chiude l'era Salis. Dal congresso uscirà fuori il nome del successore di Mario Salis, ai vertici del partito da sette lunghi anni. Eletto la prima volta nel luglio 2010 [GUARDA], lo stimato professionista algherese le ha vissute un po tutte le fasi alterne attraversate dai Dem algheresi. Ad iniziare proprio dalla prima elezione senza l'appoggio ufficiale dall'allora consigliere regionale Mario Bruno e dell'assessore provinciale Enrico Daga, al tempo "Insieme per il Pd".

Fino all'ultima riconferma datata ottobre 2014 [GUARDA], in piena bufera col caso-Alghero divenuto nazionale. In seguito alla diaspora interna, infatti, una fetta importante del partito segue Mario Bruno, futuro sindaco, sfidando la segreteria locale, parte dell'establishment regionale e vincendo le elezioni per il rinnovo del consiglio comunale dopo la travagliata esperienza di Stefano Lubrano (sempre espressione del Pd, seppur da esterno). Si arriva così, tra alti e bassi, ai giorni nostri, dove si scontrano due visioni opposte: c'è chi vuole continuare con la guerra fratricida al compagno-Bruno, chi invece crede che iniziare un percorso di prospettiva sia la strada più giusta per un grande partito al governo a Roma quando a Cagliari.

Nella foto: Mario Salis, all'epoca della prima elezione a segretario locale del Partito democratico
© 2000-2017 Mediatica sas