Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaElezioni › «Catalunya, consiglio urgente»
P.P. 22 settembre 2017
Il Gruppo Consiliare dell´Udc Alghero ha depositato stamattina una richiesta urgente con all´ordine del giorno la discussione dei gravi fatti che in questi giorni stanno interessando la Catalogna
«Catalunya, consiglio urgente»


ALGHERO - Il Gruppo Consiliare dell'Udc Alghero ha depositato stamattina una richiesta urgente con all'ordine del giorno la discussione dei gravi fatti che in questi giorni stanno interessando la Catalogna. Nel testo firmato dai consiglieri Alessandro Loi e Donatella Marino, chiede che si riunisca il Consiglio comunale urgente per discutere dei gravi fatti che stanno accadendo in Catalunya «al fine di dare il nostro pieno appoggio e solidarietà ad un popolo a cui ci unisce una storia, una lingua ed un comune sentire e con il quale siamo legati con continui contatti e scambi culturali».

«Per condannare in maniera ferma e precisa la repressione spagnola posta in essere nei confronti dei promotori del referendum. Per dare il nostro pieno sostegno alla Generalitat de Catalunya nel perseguire un processo pacifico che gli consenta la possibilità di autodeterminarsi in maniera libera e autonoma in linea con l’autentica democrazia».

Il gruppo consiliare, con il direttivo e il coordinamento cittadino dell'Udc ritengono che il consiglio comunale di Alghero deve far sentire la vicinanza al popolo catalano e alle istituzioni di Barcellona che vivono momenti di pericolo. «Barcellona già provata dal recente attentato terroristico ha mostrato fierezza nel ricomporsi e riprendere la marcia verso il diritto al voto. È un movimento trasversale collettivo, che unisce la popolazione. Alghero più che mai e più che ogni altro luogo deve sentirsi vicina alla Catalogna». L’Udc chiama tutte le forze politiche presenti in Consiglio comunale «ad esprimere decisa la voce di Alghero, lasciando momentaneamente da parte le divisioni e la crisi politica in atto».
Commenti
© 2000-2017 Mediatica sas