Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziecagliariAmbienteParchi › «Regione presente anche su bonifiche»
Red 29 settembre 2017
Lo assicura l´assessore regionale della Difesa dell´Ambiente Donatella Spano, che mercoledì, a Quartu Sant´Elena, ha fatto il punto della situazione con il sindaco Stefano Delunas ed i tecnici presenti al Centro operativo comunale, assieme ai direttori di Arpas, Corpo forestale e Protezione civile ed al direttore generale dell´Assessorato
«Regione presente anche su bonifiche»


QUARTU SANT'ELENA - «La Regione darà massima disponibilità anche sul piano delle bonifiche con le risorse necessarie e continuerà a fornire il supporto delle strutture regionali per le migliori soluzioni tecniche al problema dei fumi nel Parco di Molentargius». Lo assicura l'assessore regionale della Difesa dell'Ambiente Donatella Spano, che martedì, a Quartu Sant'Elena, ha fatto il punto della situazione con il sindaco Stefano Delunas ed i tecnici presenti al Centro operativo comunale, assieme ai direttori di Arpas, Corpo forestale e Protezione civile ed al direttore generale dell'Assessorato.

Spano, che è rimasta quotidianamente in contatto con il primo cittadino e con i funzionari regionali impegnati nell'emergenza, ha evidenziato la necessità di informazioni corrette per dare risposte precise alla cittadinanza. I dati della centralina mobile dell'Arpas dovranno essere validati e quelli relativi agli inquinanti in atmosfera potrebbero esserlo già oggi. Tempistica tecnica maggiore invece per i dati di diossina ed idrocarburi policiclici aromatici contenuti nelle polveri sottili, i cui risultati arriveranno nei prossimi giorni, in quanto sul piano metodologico è necessario disporre di una quantità di campione sufficiente (da prelevare quindi su più giorni) per avere una risposta analitica significativa.

All'incontro con gli esperti, la titolare dell'Ambiente ha sottolineato che, risolta la fase di emergenza si passerà a quella della bonifica. Le tappe prevedono innanzi tutto una procedura di caratterizzazione dei suoli che dovrà fornire informazioni sui materiali presenti. Successivamente potrà essere decisa l'eventuale bonifica. La prossima settimana sarà convocato il tavolo tecnico per l'avvio delle procedure una volta conclusa l'emergenza.

Nella foto: un momento della riunione
Commenti
© 2000-2017 Mediatica sas