Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroCulturaPesca › Ittica e pesca: convegno ad Alghero
Red 30 settembre 2017
Domani pomeriggio, nella sala convegni della Fondazione Meta di Alghero, a Lo Quarter, si terrà l´inaugurazione del 19esimo Meeting del Fish remains working group, organizzato dall´Università degli studi di Sassari
Ittica e pesca: convegno ad Alghero


ALGHERO – Domani, domenica 1 ottobre, alle 16.30, nella sala convegni della Fondazione Meta di Alghero, a Lo Quarter, si terrà l'inaugurazione del 19esimo Meeting del Fish remains working group, organizzato dall'Università degli studi di Sassari. Il Fish remains working group è un'associazione di studiosi che si occupano di resti ittici provenienti da scavi archeologici. Il gruppo fa parte dell'International Council of Archaeozoology, che riunisce tutti gli archeozoologi e che promuove gli studi sui resti faunistici di origine archeologica nel mondo. Il Frwg è stato costituito nel 1980 a Copenaghen e da allora gli esperti di pesci si sono riuniti ogni due anni in diverse città europee ed extraeuropee.

È questa la prima volta che il meeting si svolge in Italia ed è quindi un'occasione di straordinario interesse per dimostrare come anche qui si sia affermata questa disciplina ormai necessaria nella moderna indagine archeologica. Il convegno è stato organizzato da Barbara Wilkens (del Dipartimento di Scienze della natura e del territorio dell'Ateneo sassarese) e da Gabriele Carenti (del Centro studi sulle civiltà del mare e per la valorizzazione del Golfo e del Parco dell’Asinara), che da diversi anni si occupano dello studio della pesca in Sardegna nell'antichità.

Gli studiosi che parteciperanno al convegno provengono da diverse nazioni e sono in gran parte stranieri, in quanto in Italia lo studio dei resti ittici è ancora poco praticato. Gli interventi sono stati raggruppati in alcune sessioni a tema, che si occuperanno di diversi aspetti legati alle attività d pesca nell’antichità: la pesca commerciale e la conservazione del pescato, i pesci d'acqua dolce, le più antiche tecniche di pesca della preistoria, la vita nelle comunità di pescatori, metodologie classiche e nuove tecnologie applicate allo studio dei resti ittici, oltre a dati ed aggiornamenti dai più recenti scavi archeologici. I lavori si terranno ad Alghero, nella sala conferenze della Fondazione Meta, lunedì 2 e martedì 3 ottobre, mentre mercoledì 4, tutto il gruppo sarà ospite del Museo della Tonnara di Stintino.

Nella foto: scheletro rimontato di carpa
Commenti
© 2000-2017 Mediatica sas