Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieportotorresPoliticaParchi › Pd: «dal centro alla periferia parchi giochi nel degrado»
Mariangela Pala 2 ottobre 2017
Un sos lanciato dal Partito democratico che nei giorni scorsi, presso il circolo di Via Azuni ha raccolto delle segnalazioni molto allarmanti fatte da alcuni cittadini, che lamentavano le condizioni di degrado delle aree gioco della città, in particolar modo quello di Balai.
Pd: «dal centro alla periferia parchi giochi nel degrado»


PORTO TORRES - La città dei parchi giochi senza altalene, dove le cartacce fioriscono nell'erba, le recinzioni sono forzate, le panchine rotte, gli scivoli mozzi, sbarrati perché mancano i pezzi. Quei luoghi che dovrebbero mettere allegria, esser particolarmente curati, sono abbandonati e un senso di desolazione spinge a stare alla larga dai tanti spazi verdi sotto casa. Un sos lanciato dal Partito democratico che nei giorni scorsi, presso il circolo di Via Azuni ha raccolto delle segnalazioni molto allarmanti fatte da alcuni cittadini, che lamentavano le condizioni di degrado delle aree gioco della città, in particolar modo quello di Balai.

«Altalene, scivoli e altri giochi per bambini rotti e pericolosi o con necessarie manutenzioni da apportare; vetri di bottiglia, cicche di sigarette e rifiuti sparsi per terra e lasciati li da tempo – sottolinea il segretario Pd Mirko Luiu - per non parlare di alcuni incivili proprietari di cani, che non raccolgono nemmeno le deiezioni dei propri animali e non si preoccupano delle condizioni igieniche di un posto frequentato da tanti bambini». Per la segreteria cittadina Pd «la chiusura dei parchi gioco la sera è un’azione necessaria per la gestione amministrativa dei luoghi e degli spazi pubblici con all’interno attrezzature che devono essere custodite, dal momento che esse hanno comportato e comportano una spesa pubblica per i cittadini».

L'invito della segreteria Pd è quello di cercare insieme soluzioni condivise «concentrando le nostre energie su un’azione a protezione dagli atti vandalici come dagli atti di maleducazione diffusa. La scuola in questo caso, con l'insegnamento dell'educazione civica ai più giovani, può essere la giusta prevenzione. Infine sarebbe opportuno a parere nostro adottare un sistema di videosorveglianza 24h, oppure per la sola sera dopo la chiusura dei parchi». Tempo fa il Pd denunciò la stessa situazione alla precedente amministrazione comunale, con l'aggravante in quel caso di pericolosi ritrovamenti all'interno del Parco di San Gavino di siringhe usate e lasciate per terra, in prossimità delle panchine pubbliche e delle zone erbose dove giocano i bambini o si organizzano pic nic.

«Chiedemmo all'allora amministrazione, come lo facciamo oggi con quella attuale, maggiori controlli ed eventuali pesanti sanzioni da applicare ai trasgressori, - conclude il segretario Luiu - così da non minacciare più la sicurezza di quelle famiglie che con figli piccoli quotidianamente frequentano i parchi gioco pubblici della città, e magari scoraggiare qualche cittadino incivile ad avere maggiore rispetto del bene pubblico».
15/12/2017
Imprenditori italiani e stranieri in fila per aggiudicarsi la gestione dell´ex batteria aerea di Punta Giglio, all´interno del parco regionale di Porto Conte, ad Alghero
15/12/2017
Sono state completate al Parco di Porto Conte le selezioni per il reinserimento di ventuno lavoratori che all’interno dell’Area protetta si occuperanno di attività di manutenzione dei sentieri naturali e riqualificazioni naturalistiche con particolare riferimento al geo-sito di Capo Caccia facente parte del Parco geo-minerario della Sardegna
15/12/2017
Il naufragio della bombarda francese La confiance, l´ultima pubblicazione di Giacomino Oppia, sarà presentata a Casa Gioiosa martedì 19 dicembre, alle 11
© 2000-2017 Mediatica sas