Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesassariCulturaUniversità › Erasmus, welcome day all´Università
Red 7 ottobre 2017
La storia d´amore continua: è lo slogan scelto dall´Associazione Erasmus student network per la festa di benvenuto nell´Aula magna dell´Ateneo turritano, la tradizionale cerimonia di benvenuto per gli studenti internazionali
Erasmus, welcome day all´Università


SASSARI - Si è tenuta ieri sera (venerdì), in Aula magna, la tradizionale cerimonia di benvenuto che l'Università degli studi di Sassari rivolge ai suoi studenti internazionali. “L'inizio di una nuova storia d'amore” (the beginning of a new love story) è lo slogan scelto dall'associazione Erasmus student network per raccontare un'esperienza unica, l'Erasmus, sinonimo di amicizia, rispetto delle differenze, acquisizione di nuove competenze ed esperienze, di ricordi che durano una vita. Tra l'Università di Sassari ed i suoi ospiti internazionali, la storia d'amore continua, perché, come ha sottolineato il rettore Massimo Carpinelli nel suo saluto, l'Erasmus è «un punto centrale delle politiche di Ateneo» e gli studenti e le studentesse che arrivano a Sassari «aggiungono valore alla nostra università». La serata è stata organizzata dal Comitato Erasmus di Ateneo, dall’Ufficio Relazioni internazionali e dalla sezione di Sassari dell’Esn, che ha voluto premiare con una targa Marco Scanu, il suo socio più attivo.

Quest’anno, l’ateneo ospita i primi studenti incoming nell’ambito dell'International credit mobility, la nuova misura del programma Erasmus+ introdotta nel 2015, che consente la mobilità studentesca oltre l’Europa. Grazie all'International credit mobility, due studentesse marocchine della Abdelmalek Essaadi University (Marocco) ed una studentessa tunisina dell’Università di Sfax, trascorreranno un semestre all'Università di Sassari. Una novità, dunque, anche se l'Ateneo ha già ospitato, ed ospita, studenti dal resto del mondo con il programma Ulisse. Inoltre, alla festa di benvenuto hanno partecipato 152 studenti in ingresso per mobilità di studio e 42 studenti che sono arrivati a Sassari per un tirocinio con l'Erasmus traineeship in Sardinia. Una serata in compagnia, con la musica del Conservatorio Canepa, è il modo ideale per cominciare un semestre che si annuncia ricco di opportunità. Presenti anche alcuni studenti incoming (in ingresso) ed outgoing (in uscita) del Conservatorio.

Tra gli studenti incoming per studio, le donne come sempre sono più numerose, essendo 101 a fronte di 60 uomini. In prevalenza vengono da Spagna, Turchia e Polonia, con presenze significative dalla Germania, dal Portogallo, dalla Slovenia, dalla Francia e dalla Grecia. Ci sono anche studenti provenienti da Romania, Croazia, Slovenia, Belgio, Ucraina, Slovacchia, Perù, Nuova Caledonia, Marocco, Repubblica Ceca, Ungheria ed Iraq. Studiano Architettura, Economia, Agraria, Chimica e Farmacia, Giurisprudenza, Medicina, Scienze biomediche, Scienze della natura, Storia, scienze umanistiche e Veterinaria. Anche nel programma Erasmus traineeship le donne sono di più: 35 su 42, ed arrivano da Polonia, Spagna, Turchia, Portogallo. Lettonia, Lituania, Belgio, Regno Unito, Grecia, Slovacchia, Croazia, Romania, Germania, Slovenia, Ucraina, Francia, Cipro, Malta, Olanda ed Ungheria. Svolgeranno tirocini non solo nelle sedi dell'Università di Sassari e nei Dipartimenti, ma anche all'interno dell'Archivio storico, della Soprintendenza ed al Cnr, oltre che in studi legali, associazioni ed imprese. L'Erasmus welcome day si è aperto con i saluti di Carpinelli, del'assessore comunale all'Istruzione Alba Canu, del vicedirettore del Conservatorio di musica “Luigi Canepa” di Sassari Stefano Melis, di Luciano Gutierrez (delegato del rettore per l’internazionalizzazione, la mobilità internazionale studentesca ed il Programma Erasmus), che ha inviato un videomessaggio. La serata è stata coordinata dal presidente dell’Erasmus student network Daniele Angioni. Sono intervenuti, il responsabile dell'Ufficio relazioni internazionali dell'Ateneo Savio Regaglia, il pontefice massimo dell'Associazione goliardica turritana “Thorra il Magnifico”, Elisa Mudadu, Giuseppe Testaverde (associazione Esn) e Nicoletta Careddu del Conservatorio Canepa, che ha raccontato la propria esperienza Erasmus a Sofia, in Bulgaria. Molto apprezzati gli intermezzi jazz del trio Mjm del Conservatorio, composto da Marco Bande (pianoforte), Marco Occhioni (contrabbasso) e Jacopo Careddu alla batteria.

Nella foto: l'intervento del rettore Massimo Carpinelli
Commenti
18/10/2017
Si è conclusa con risultati decisamente positivi la prima azione di orientamento e formazione sui disturbi specifici dell’apprendimento in contesto universitario, fortemente voluta dal Dipartimento di Agraria dell´Università degli studi di Sassari
19/10/2017
Sono quaranta i candidati che aspirano a frequentare il corso per progettisti e tecnologi altamente qualificati dell´Università degli studi di Cagliari. La selezione è in programma giovedì 26 ottobre
© 2000-2017 Mediatica sas