Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziecagliariSpettacoloDanza › La danza araba sbarca nell´Isola
Red 7 ottobre 2017
Domani, la giovane danza dei Paesi arabi sbarca in Sardegna, nello spazio teatrale T.Off, con il progetto “What about Dante” del giovane coreografo egiziano Ali_Mounir Saeed, secondo appuntamento della sessione autunnale della rassegna internazionale “Sulle Orme-Il Mediterraneo Il Corpo Il Viaggio”
La danza araba sbarca nell´Isola


CAGLIARI - L'Inferno della Divina commedia di Dante e la contaminazione con il movimento spirituale del sufismo, in un armonico accordo tra movimento e suono. La giovane danza dei Paesi arabi arriva anche a Cagliari, in occasione della rassegna internazionale “Sulle Orme-Il Mediterraneo Il Corpo Il Viaggio”, sessione autunnale diretta da Simonetta Pusceddu, ideata daTersicorea in co-organizzazione con Cedac ed il network Med'Arte. “What about Dante”, del coreografo egiziano (Cramp Group/Cairo) Ali_Mounir Saeed, debutterà al T.Off, domani, domenica 8 ottobre, alle 21. Dopo la partecipazione a due edizioni del festival internazionale “Cortoindanza-coreografie dal vivo in forma breve nel bacino del Mediterraneo”, l'artista proveniente da Il Cairo ha sviluppato il suo progetto attraverso la residenza artistica attribuitagli dalla commissione Med'Arte, in collaborazione con la musicista e compositrice armena Irma Toudjan e della coreografa Clotilde Tiradritti e Patrick Matoian, della Compagnia Heliotropion/Parigi.

Traendo ispirazione dall'“Inferno” della Divina commedia di Dante Alighieri e dal movimento spirituale del sufismo, il coreografo e danzatore egiziano affronta con grande originalità il tema dell'incontro tra Oriente ed Occidente, attraverso uno studio drammaturgico in cui prevale il grande senso di bellezza, tolleranza e similitudine umana. “Dante ha creato il suo Inferno - spiega Mounir - cercando di descrivere il modo di andare fino alla profondità. Dante ha generato le sue paure e allo stesso tempo la loro cura, si pose sul limite tra il paradiso e l'inferno. Tutti hanno il proprio inferno come Dante. Ciascuno può scegliere di avere una croce o altro tipo di principio nel cuore, ma siamo comunque tutti Dante, io sono Dante”. Lo spiritualismo sofista si fonde così con la musicalità degli inni cristiani e dei canti orientali. Una danza rituale, che nella traiettoria dello sguardo celebra il desiderio, la nostalgia, la sottomissione dell'uomo a Dio. Il suo lamento è la forza e la forma del respiro, basso, ventrale, terrestre, che da origine al vortice ipnotico, che alla fine sbalza via il danzatore spossato, come un pianeta uscito dalla sua orbita.

La performance è stata presentata alla 20esima edizione del Solo dance theatre festival di Stoccarda (dove ha vinto il terzo premio) ed al nono Cortoindanza a Cagliari. Ideazione coreografia: Ali_Mounir Saeed; Artistic adviser: Clotilde Tiradritti e Patrick Matoian (Compagnia Heliotropion/Parigi); Irma Toudjan (Associazione Suoni & Pause/Cagliari). I biglietti costano 8euro per ciascun spettacolo. Per gli iscritti alla mailing list di Tersicorea, il pacchetto di quattro spettacoli costa 20euro (anziché 32). Per i possessori dell'abbonamento e per i tesserati (esibendo le tessere alla biglietteria), l'ingresso costa 5euro (anziché 8). Per ulteriori informazioni e prenotazioni, ci si può rivolgere al T.Off, in Via Nazario Sauro 6, a Cagliari, telefonando al numero 070/275304 (dal lunedì al giovedì, dalle 17 alle 20), oppure al 328/9208242, inviando una e-mail all'indirizzo web tersicoreat.off@gmail.com, o andare sul sito internet di Tersicorea.

Nella foto: Ali_Mounir Saeed
Commenti
© 2000-2017 Mediatica sas