Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieportotorresPoliticaUrbanistica › Pul e Puc incompiuti: «un freno allo sviluppo di Porto Torres»
Mariangela Pala 14 ottobre 2017
La segreteria del Partito sardo d´Azione denuncia il forte ritardo nell´approvazione finale dei due strumenti di programmazione e pianificazione del territorio
Pul e Puc incompiuti: «un freno allo sviluppo di Porto Torres»


PORTO TORRES - Il Pul, Piano di Utilizzo dei Litorali, è stato presentato dall’attuale amministrazione nell’aprile di quest’anno presso il Museo del Porto alla presenza di alcuni operatori turistici locali. Assieme al Pul era stato illustrato il rapporto ambientale previsto dalla procedura di Valutazione Ambientale strategica (Vas). Meno recente è sicuramente la presentazione del Puc, Piano urbanistico comunale, che risale al mese di dicembre 2014 e le relative osservazioni approvate nel giugno del 2016, ma ancora nessuno dei due documenti di programmazione è approdato in consiglio comunale per la delibera e approvazione finale.

A denunciare il forte ritardo è la segreteria del Partito sardo d’Azione preoccupata per le risorse investite per predisporre i progetti di cui ancora non si conosce il destino. «Sono stati spesi decine di migliaia di euro per redigerli - afferma il segretario Psd’Az, Ilaria Faedda - e siamo ancora fermi senza che nessuno proferisca parola. Ci sono state iniziative ed incontri con diverse osservazioni presentate da cittadini e professionisti ma l’attuale amministrazione ancora non procede». Il Pul strumento di pianificazione disciplina l’uso del territorio costiero, individuando la tipologia delle concessioni turistiche, ricreative e di supporto alla balneazione, mentre il Puc è utile a regolare la gestione delle attività di trasformazione urbana e territoriale del Comune.

«Siamo convinti che entrambi siano strumenti fondamentali per una programmazione reale dello sviluppo di Porto Torres, - aggiunge il segretario Psd’Az - utili a fare decollare la vera industria turistica del territorio. L’attuazione del Puc e del Pul porterà uno sviluppo turistico e l’attrazione di nuovi investimenti per la città, dunque posti di lavoro». Altrimenti Porto Torres continuerà a camminare senza programmazione, «perdendo spazi di sovranità territoriale, credibilità istituzionale e mancanza di fiducia dei cittadini. L’unica cosa in crescita continuerà ad essere la disperazione della gente, la mancanza di lavoro e la povertà culturale». Per la segreteria cittadina del Psd’Az «è necessario abbandonare inerzia e immobilismo per fare in modo che il consiglio comunale adotti definitivamente il Piano urbanistico comunale e si doti di un Pul che valorizzi il nostro litorale, creando le opportunità per una reale crescita economica e nuova occupazione»
© 2000-2018 Mediatica sas