Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaSanità › Ribelle (Si) sulla sanità: lettera aperta
A.S. 15 ottobre 2017
Il circolo di Alghero di Sinistra Italiana prende atto che il Consiglio Regionale ha iniziato una interlocuzione con le comunità e con i cittadini sardi, recependo alcune proposte di modifica della rete ospedaliera. Di seguito la lettera aperta del Circolo Ribelle
Ribelle (Si) sulla sanità: lettera aperta


ALGHERO - Il circolo di Alghero di Sinistra Italiana prende atto che il Consiglio Regionale ha iniziato una interlocuzione con le comunità e con i cittadini sardi, recependo alcune proposte di modifica della rete ospedaliera. Di seguito la lettera aperta del Circolo Ribelle.

Ci è sembrato opportuno e doveroso intervenire con la presente lettera aperta per segnalare alcune questioni strettamente collegate alla necessità di garantire nel nostro territorio i servizi sanitari che nell'ultimo periodo, invece, hanno subito un importante peggioramento. Si segnala come l'obiettivo principale dell'attuale direttore generale dell'ATS sia stato e sia quello dell'abbattimento delle liste di attesa. Ad oggi, però, su tale questione nulla è cambiato anzi si è manifestato un ulteriore aumento dei tempi di attesa principalmente per gli esami diagnostici ad alta tecnologia, le visite specialistiche di varia natura e per gli interventi programmati. Il criterio di riorganizzazione della rete ospedaliera, posto come prioritario, non può a nostro avviso derivare solo dalla necessità di ridurre le spese senza nessun vantaggio per l'utenza e per l'assistenza sanitaria che non viene in alcun modo rafforzata. Infatti, non è stata programmata la rete dei servizi sanitari sul territorio né tanto meno si è ancora intervenuti sulla rete dell'emergenza e si attende da un anno la nomina del direttore dell'AREUS (Azienda per l’emergenza-urgenza). Si prende atto della, finalmente manifestata, volontà di mantenere Alghero-Ozieri come ospedali di primo livello ma risulta incomprensibile come nonostante tali dichiarazioni si stia intervenendo stravolgendo le attuali strutture ospedaliere cittadine. Ci si riferisce, in particolare, alla decisione – evidentemente mai abbandonata – di trasferire dal Marino in una struttura priva dei requisiti legali necessari, il reparto di ortopedia, declassando il complesso operatorio e radiologico del Marino (oggetto di importanti opere di edilizia sanitaria) a salette per piccoli interventi chirurgici ambulatoriali e di day surgery. Lo stravolgimento dell'Ospedale Marino, in atto da un po' di tempo, non pare rispondere a nessun interesse di tipo sanitario trattandosi di struttura di eccellenza dedicata da anni alla cura e alla riabilitazione delle malattie osteo-articolari ed essendo un centro ortopedico traumatologico riconosciuto in ambito regionale. Il tutto nell'indifferenza del Sindaco e della sua Giunta, evidentemente troppo preoccupati a far quadrare i numeri di una maggioranza inesistente.
Commenti
21:23
Tumore asportato completamente dopo sette ore di intervento. «Giornata importante, una grande speranza per i pazienti sardi», dichiara il direttore della Struttura complessa di Chirurgia generale polispecialististica Pietro Giorgio Calò
22:13
«Come più volte ribadito nei vari incontri con i farmacisti in attesa di assegnazione della sede, il procedimento amministrativo è al termine e, presumibilmente, per la fine del prossimo mese ci sarà la pubblicazione dell’interpello», dichiara l’assessore regionale della Sanità
17:16
All’apertura ufficiale, erano presenti il presidente della Regione autonoma della Sardegna Francesco Pigliaru, gli assessori regionali della Sanità e degli Enti locali Luigi Arru e Cristiano Erriu, il direttore generale dell’Ats Fulvio Moirano, il sindaco Ferdinando Pellegrini, consiglieri regionali e parlamentari del territorio
16/2/2018
I capi abbattuti erano al pascolo brado illegale, privi di controlli sanitari, non registrati e di ignota proprietà. Prosegue l´attività dell´Unità di progetto per l´eradicazione della peste suina africana in Sardegna
16/2/2018
Revoca dell´ordinanza sindacale che vietava il consumo umano diretto dell´acqua della condotta nelle vie di Biancareddu e de La Corte
16/2/2018
Il 24 febbraio un corso-lezione nell´aula magna della Facoltà di Medicina a Sassari. L´incontro è aperto a specialisti in Allergologia e Immunologia, Endocrinologia, Gastroenterologia, Malattie metaboliche e diabetologia, Medicina generale, Nefrologia, Neuropsichiatria Infantile, Pediatria, Psichiatria, Scienza dell’alimentazione, medici di medicina generale, pediatri di libera scelta e infermieri
16/2/2018
È stato adottato il Piano triennale 2018-2020 per lo Sviluppo del sistema informativo dell’Ats. Si tratta del primo atto formale del progetto di innovazione informatica e digitale, ideato nel 2017 con la nascita dell’Ats e coordinato dall’Area Tecnologie dell´informazione e comunicazione, che punta ad uniformare e migliorare il servizio informatico dell’azienda
15/2/2018
«Aver chiuso una vertenza lunga e complessa, come quella che riguardava i dipendenti della ex Asl del Sulcis, è un grande risultato, atteso da tempo». È il commento dell´assessore regionale della Sanità, alla notizia della firma dell´accordo tra Ats e sindacati sulle fasce retributive
© 2000-2018 Mediatica sas