Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroAmbienteAmbiente › Cabirol Mon Amour: buona la prima
Red 17 ottobre 2017
La prima edizione della manifestazione è stata organizzata «per dimostrare che la pratica in progressione lungo tutto il percorso della via ferrata del Cabirol non solo è sicura, ma se effettuata rispettando alcune semplici regole, diventa estremamente divertente», ha spiegato Walter Curreli, organizzatore della manifestazione
Cabirol Mon Amour: buona la prima


ALGHERO - Un centinaio di appassionati di arrampicata si sono ritrovati sabato sulle falesie del promontorio di Capo Caccia, ad Alghero, dove si è svolta la prima edizione di “Cabirol Mon Amour”, «per dimostrare - ha spiegato Walter Curreli, organizzatore della manifestazione - che la pratica in progressione lungo tutto il percorso della via ferrata del Cabirol non solo è sicura, ma se effettuata rispettando alcune semplici regole, diventa estremamente divertente». Giunti da ogni parte della Sardegna, gli arrampicatori hanno voluto confermare «che anche un numero così alto di partecipanti (solo nel periodo estivo ne richiama oltre 500 al mese) non preclude l’attraversamento perché costruita con l’utilizzo di materiali ad elevati standard di sicurezza».

«Quella delle attività su roccia - continua Curreli - è una pratica ludica molto diffusa in Italia. Su tutte le Alpi, per fare un esempio, ne sono state realizzate a centinaia. Per questo non si capisce come mai nel tempo alcune associazioni alpinistiche ed ambientali hanno tentato (e ancora tentano) di far chiudere le Vie ferrate della Sardegna».

«Come il trekking, l’arrampicata, il canyoning, lo scrambling, anche le Vie ferrate sono attività a bassissimo impatto ambientale ed in continuo aumento, e restituiscono alla nostra Isola enormi potenzialità in termini di ritorno economico in quello che è il nuovo ed emergente mercato del turismo attivo. E poiché è andata buona la prima, ci siamo già dati appuntamento per una seconda edizione il prossimo anno», conclude l'organizzatore della manifestazione.
Commenti
20/7/2018
I falchi potranno essere utilizzati per l’allontanamento volatili in tutti i luoghi pubblici o privati in qualsiasi periodo dell’anno. Lo ha deciso martedì la Giunta regionale, su proposta dell’assessore della Difesa dell’ambiente Donatella Spano
19/7/2018
In fondo, ogni bene pubblico necessità di costanti risorse per garantirne la salvaguardia, e se questi fondi non possono essere reperiti da introiti come suolo pubblico o parcheggi a pagamento, come nel caso dei bastioni, il biglietto d’ingresso diventa una delle poche strade percorribili
© 2000-2018 Mediatica sas