Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroOpinioniUrbanisticaIncertezze per lo sviluppo economico nell´agro
Daniele Dore* 18 ottobre 2017
L'opinione di Daniele Dore*
Incertezze per lo sviluppo economico nell´agro


Si è svolto sabato 15 Ottobre nell’ufficio del Sindaco Mario Bruno il tanto atteso confronto tra i progettisti del Piano di Valorizzazione della Bonifica e i tecnici incaricati dal Comitato Zonale Nurra di studiare la parte riguardante il vincolo idrogeologico e redigere l’osservazione presentata a seguito dell’adozione del Piano. Questo secondo incontro tra amministrazione e comitati ha dato modo di approfondire nei dettagli una delle tematiche più importanti del piano, le ormai famose aree sottoposte a vincolo idrogeologico denominate zone H3*. L’Ing. Fabio Cambula tecnico incaricato dall’amministrazione di redigere il piano di dettaglio del PAI, che di fatto andrà a variare le norme attuali del Piano di Assetto Idrogeologico Regionale della nostra zona, ha illustrato il suo operato nel rilevare il territorio confermando quello che tutti temevano, cioè che i tanto discussi canali di bonifica sono stati considerati di fatto come fiumi veri e propri e, come tali, soggetti a vincoli più restrittivi rispetto ai canali. Il tecnico alla nostra domanda ha risposto che non sono stati incrementati i livelli di pericolo rispetto ai piani regionali precedenti.

Il Geologo Dott.Manca e l’Ingegnere idraulico Dott.Fadda, incaricati dal Comitato Zonale Nurra, hanno spiegato nel dettaglio quanto rilevato con l’osservazione presentata a loro firma, hanno contestato il ragionamento che ha portato a considerare i canali come fiumi fatto dai tecnici incaricati dall’amministrazione ed a supporto di quanto dichiarato, hanno specificato una serie di dati tecnici derivanti sia dallo studio del territorio che dalla documentazione reperita negli archivi storici degli enti della Regione. Hanno inoltre specificato che sia l’osservazione sia quanto sottolineato in riunione è stato rilevato sulla documentazione resa pubblica fino ad oggi dall’amministrazione e che si attende il deposito del piano di dettaglio che non è stato consegnato al Comitato nonostante una formale richiesta.

Il Sindaco ha chiesto un nuovo confronto sul piano di dettaglio del PAI impegnando i tecnici dell’ufficio urbanistica alla pubblicazione degli elaborati entro 10 giorni, in modo da poter accelerare l’iter di adozione della variante al PAI che vorrebbe portare in aula al più presto. L’ufficio di progettazione con i tecnici Architetto Peghin e Architetto Zoagli hanno specificato di aver concordato con l’Assessorato all’Urbanistica in sede di copianificazione di poter togliere il vincolo di pianificazione H3* lasciando sulle aree che saranno identificate a rischio esondazioni solo i vincoli PAI. Analizzando le criticità emerse durante il confronto tra i presenti è doveroso evidenziare le posizioni assunte dai comitati che rappresentano il territorio: il Comitato Zonale Nurra ha ribadito che è certamente necessario avere la massima tutela per l’incolumità pubblica, ma avendo come fondamento rilevazioni topografiche corrette e rispondenti alla realtà, altrimenti si rischia di rendere vano l’intento di valorizzazione economica del territorio.

Crediamo infatti che il territorio abbia necessità di uno strumento di programmazione economica come il Piano di Valorizzazione ma chiediamo di utilizzare il giusto metodo affinché non si vincolino inutilmente parti di territorio importanti per le produzioni agricole e, così come specificato nell’osservazione presentata, di porre in essere le adeguate procedure amministrative; gli altri comitati presenti chiedono invece di andare avanti spediti perché è necessario dotare il territorio del Piano dichiarandosi soddisfatti dell’eliminazione del vincolo H3* accontentandosi così di avere i “soli” vincoli PAI. Quindi di fatto tutto rimandato al prossimo appuntamento tra una settimana quando ci si confronterà dopo aver visto e studiato il nuovo piano di dettaglio del PAI per capire quali vincoli porterà sui nostri terreni agricoli. E’ certo però che i rappresentati del Comitato Zonale Nurra, del gruppo di lavoro ed i tecnici incaricati hanno ribadito durante il confronto che sono disponibili ad andare fino in fondo in tutte le sedi opportune per tutelare gli interessi economici del territorio della bonifica oggetto del Piano di Valorizzazione.

*per il Comitato Zonale Nurra
f.to il Presidente Daniele Dore

*per il gruppo di lavoro
f.to i coordinatori Tiziana Lai e Donatella Manunta
22/11/2017
«Come Comitati di Borgata sosteniamo l´Amministrazione Comunale che si è posta l´obiettivo di proseguire a pensare prima di tutto al bene comune. La invitiamo a portare a termine il Piano di Valorizzazione e Conservazione della Bonifica senza lasciarsi ingannare da chi invece vorrebbe affossarlo seminando terrore infondato»
© 2000-2017 Mediatica sas