Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroCulturaLingue › Catalani di Alghero: gli italiani dell´altrove
Red 25 ottobre 2017
Una giornata davvero ricca di spunti di riflessione e di confronto quella che si è tenuta sabato, nella sala conferenze D.Carpitella dell’Istituto centrale per la demoetnoantropologia, nel Museo nazionale delle Arti e tradizioni popolari di Roma
Catalani di Alghero: gli italiani dell´altrove


ALGHERO - Una giornata davvero ricca di spunti di riflessione e di confronto quella che si è tenuta sabato, nella sala conferenze D.Carpitella dell’Istituto centrale per la demoetnoantropologia, nel Museo nazionale delle Arti e tradizioni popolari di Roma. I lavori si sono aperti con Angelo Boscarino, che ha presentato il progetto “Gli Italiani dell’Altrove”, che si è snodato dal 2012 attraverso nove appuntamenti dedicati alle minoranze linguistiche italiane, fino a giungere all’appuntamento con i catalani di Alghero, e con il direttore dell'Icde Leandro Ventura, che organizza questa iniziativa che vuole mettere in luce la realtà storica e contemporanea di queste minoranze culturale storiche d’Italia. Il progetto è patrocinato dalla Commissione nazionale italiana per l’Unesco, che è stata rappresentata da Giovanni Zanfarino. I saluti istituzionali sono proseguiti con Luca Bellizzi, delegato della Generalitat di Catalogna in Italia. A rappresentare il Comune di Alghero, l’assessore alle Politiche ambientali Raniero Selva, che ha ripercorso la storia della città per illustrarne le ricchezze culturali.

I lavori della conferenza sono entrati nel vivo con l’intervento di Emilia De Simoni (dell’Icde) e di Joan-Elies Adell (dell'ufficio della Delegazione del Governo catalano ad Alghero), che hanno presentato il film-documentario di Giovanni Collu, Jordi Llorella e Inês Veiga “Lo dia que els peixos han escomençat a pescar”. Il tema della memoria è trattato nel documentario attraverso il personalissimo racconto della cantante Luciana Sari ed una serie di interviste a persone di Alghero, che offrono le loro riflessioni sul tema. La proiezione ha suscitato un grande interesse tra i partecipanti ed un vivace dibattito sulla attuale condizione dell’algherese. La mattina si è conclusa con Giuseppe Izza, che ha illustrato l’enogastronomia algherese. L’intervento si è concluso con un graditissimo momento conviviale, durante il quale i partecipanti hanno potuto gustare alcune prelibatezze giunte direttamente dalla Riviera del corallo.

Il pomeriggio si è aperto con un video realizzato da Giuliana Portas, in cui vengono spiegate le attività dello Sportello linguistico regionale ad Alghero, in particolare alcune recenti iniziative editoriali e divulgative per la didattica dell’algherese. A seguire, l’intervento di Francesc Ballone, che ha presentato un'accurata analisi delle statistiche sulla conoscenza della lingua e delle percentuali delle persone che oggi parlano l’algherese. Poi è stata la volta dell'operatrice culturale Eleonora Cattogno, che con una serie di immagini ha raccontato alcune attività didattiche e narrazioni rivolte ai più piccoli. La giornata si è conclusa con Claudio Gabriel Sanna, che ha parlato della musica algherese interrogandosi in particolare sul contributo che essa può dare alla diffusione ed alla conservazione dell’algherese. A corredo del suo discorso, il cantante ha deliziato i presenti con una scelta di brani eseguiti dal vivo.

Nella foto: un momento dell'incontro
Commenti

© 2000-2017 Mediatica sas