Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesassariCronacaArresti › Straniero rapinato: due sassaresi in manette
Red 30 ottobre 2017
Sabato pomeriggio, gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Sassari hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di due 20enni, ritenuti responsabili in concorso tra loro del reato di rapina aggravata e lesioni personali commessa in danno di un colombiano
Straniero rapinato: due sassaresi in manette


SASSARI - Sabato pomeriggio, gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Sassari hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di due 20enni sassaresi, ritenuti responsabili in concorso tra loro del reato di rapina aggravata e lesioni personali commessa in danno di un colombiano. Nei loro confronti, gli investigatori hanno raccolto gravi e consistenti indizi di colpevolezza per l’aggressione a scopo di rapina avvenuta nei giorni scorsi, nel centro storico sassarese, nell’abitazione di un sudamericano.

Infatti, intorno alle 5 del 21 ottobre, personale medico del 118, dopo aver prestato le prime cure alla vittima, dava immediata comunicazione alla sala operativa della Questura che c'era stata un’aggressione all’interno di un'abitazione del centro storico e che il malcapitato, con una vistosa ferita alla testa, era stato accompagnato al pronto soccorso. Gli agentii della Mobile, coadiuvati dai colleghi della Squadra Volanti e da personale della Polizia Scientifica, recatisi sul posto dell’aggressione hanno notato e documentato i segni di una violenta colluttazione. Infatti, l’appartamento era stato messo a soqquadro e, nell’ingresso dell’abitazione, c'erano tracce evidenti di sostanza ematica.

Gli investigatori, dopo aver sentito il racconto del ferito, che ha spiegato di essere stato aggredito da almeno quattro giovani di circa venti-venticinque anni, si sono concentrati sull’esame dei testimoni, uno dei quali è stato determinante per l’individuazione di due autori, poiché transitava nella via nel momento immediatamente successivo al reato ed è stato in grado di fornire elementi importanti per l'identificazione degli autori. Due dei responsabili sono stati rintracciati nelle loro abitazioni con ancora addosso gli abiti che indossavano al momento dei fatti e con segni evidenti della colluttazione e, accompagnati in Questura, uno di loro, dopo aver fornito la sua versione dei fatti, ha accompagnato gli investigatori a recuperare la chiave inglese, utilizzata per colpire la vittima.

Dopo la ricostruzione fatta dalla Squadra Mobile e visti i gravi indizi raccolti, il pubblico ministero Mario Leo ha formulato una richiesta di ordinanza di custodia cautelare in carcere per i due giovani identificati, poi accolta dal giudice per le indagini preliminari Michele Contini. All’esecuzione del provvedimento, si è proceduto sabato pomeriggio. Dopo le formalità di rito, i due giovani sono stati accompagnati al carcere di Bancali. Proseguono, comunque, le attività di indagine per identificare gli altri complici.
13:43
I Carabinieri della Sezione Radiomobile del Reparto Territoriale di Olbia hanno arrestato un 24enne, già noto alle Forze di polizia, ed una 18enne, ritenuti responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, in particolare eroina
© 2000-2017 Mediatica sas