Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesassariPoliticaAmministrazione › «Troppe barriere a Sassari»
Red 30 ottobre 2017
La portavoce Desirè Manca ha presentato un´interrogazione sul tema dei contributi per l´abbattimento delle barriere architettoniche: «La legge non viene rispettata e a farne le spese sono i disabili, parti deboli di una città che si autoproclama attenta ai bisogni dei suoi abitanti ma è incapace di battere i pugni al cospetto di una Regione Sardegna che non finanzia i suddetti contributi»
«Troppe barriere a Sassari»


SASSARI - «I contributi per l’abbattimento delle barriere architettoniche spettano per legge ai cittadini che, aventi diritto, ne facciano richiesta. Questo quanto stabilito per legge. Legge che però (puntualmente) non viene rispettata. A farne le spese sono i disabili, parti deboli di una città che si autoproclama attenta ai bisogni dei suoi abitanti, ma è incapace di battere i pugni al cospetto di una Regione Sardegna che non finanzia i sopra citati contributi: assurdo, inconcepibile». Desirè Manca, portavoce nel Consiglio comunale di Sassari del Movimento Cinque Stelle, riversa tutto il suo disappunto in un'interrogazione presentata al sindaco Nicola Sanna, argomentando il tutto non solo sulle basi del buon senso ma, soprattutto, sulle regole prescritte dalle norme.

«La legge 13 del 1989 stabilisce termini e modalità legati alla garanzia di accessibilità ai vari ambienti ed edifici, con particolare attenzione rivolta a quelli pubblici; la stessa legge stabilisce la possibilità di concedere ai cittadini contributi per l’abbattimento delle barriere architettoniche in immobili privati già esistenti ove risiedano disabili. Nessuna invenzione, nessuna congettura: solo e soltanto legge». Nel 2014, il Comune di Sassari ha ricevuto due richieste di accesso ai contributi, otto nel 2015, diciotto nel 2016 e quattordici nel 2017, almeno fino ad oggi. Inoltre, esistono altre richieste pervenute all’Amministrazione comunale nelle annate precedenti a quelle prese in esame. Nessuna delle richieste è stata evasa. L’importo complessivo dei contributi richiesti ammonta a 184.226,75euro.

«Stiamo parlando di un comportamento incostituzionale, poggiato su uno strato di conclamato e puro lassismo - afferma Manca - Comune di Sassari e Regione Sardegna, amministrati dallo stesso Partito Democratico, si contraddistinguono per un continuo menefreghismo che, paradossalmente, li allontana dalle loro priorità, ovvero le reali esigenze della cittadinanza, soprattutto delle frange che più hanno necessità. Chiedo al sindaco di informarci riguardo le azioni intraprese con la Regione Autonoma della Sardegna riguardo il mancato finanziamento dei contributi per l’abbattimento delle barriere architettoniche previsti per legge. Importante è inoltre sapere se le richieste legittimamente presentate saranno evase e, se si, con quali tempistiche: ne va di mezzo la qualità di vita di alcuni cittadini di Sassari».

Nella foto: la portavoce pentastellata Desirè Manca
Commenti
18/9/2018
La decisione arriva dalla Giunta Bruno con l’approvazione di una delibera nella quale si constata in periodi recenti la presenza in città di alcune manifestazioni propagandistiche a sfondo razzista e xenofobo, ispirate apertamente all’ideologia fascista
19/9/2018
Dimissioni dalla presidenza della Commissione Ambiente, Parco naturale, Riserva marina, ecologia e sanità, servizio idrico integrato per il consigliere comunale algherese
19/9/2018
La città di Alghero negherà piazze e luoghi pubblici per manifestazioni neofasciste e di stampo razzista. Lo prevede la delibera della Giunta comunale guidata dal sindaco Mario Bruno, ma CasaPound non ci sta e parla di presunti vizi costituzionali
© 2000-2018 Mediatica sas