Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieportotorresPoliticaAmbiente › Rom Porto Torres: differenziata e ritardi su bonifiche
M.P. 30 ottobre 2017
Avviata la raccolta differenziata presso il campo Rom. L’area a seguito dell’ultimo incendio verificatosi nel maggio scorso non è stata bonificata e i rifiuti tossici contribuiscono a rendere l´ambiente insalubre e pericoloso per la salute di chi vi abita
Rom Porto Torres: differenziata e ritardi su bonifiche


PORTO TORRES - Prurito e irritazione alla pelle: nel campo Rom di Ponti Pizzinnu la maggior parte dei bambini sono messi così. L’area a seguito dell’ultimo incendio verificatosi nel maggio scorso non è stata bonificata e i rifiuti tossici contribuiscono a rendere l'ambiente insalubre e pericoloso per la salute di chi vi abita. La segnalazione questa mattina in consiglio comunale da parte del consigliere Pd Massimo Cossu per capire quali misure intende adottare l’amministrazione comunale. «Le criticità del campo persistono sia all’interno che all’esterno e si sono accentuate in seguito all'ultimo incendio e alla combustione di plastiche che ha sprigionato polveri tossiche e dannose per la salute dei Rom».

Circa 35 membri di una comunità ridottasi ormai a sette nuclei familiari e a poche baracche fatiscenti in condizioni igieniche e di degrado disastrose. «Sono dell’idea che il campo rom non ha senso di esistere - aggiunge Cossu - e che si dovrebbe seguire l’esempio dell’amministrazione di Alghero che è riuscita ad integrare queste persone». Martedì scorso l’ultimo sopralluogo dell’assessore ai servizi sociali Rosella Nuvoli insieme al sindaco Sean Wheeler che hanno convocato il comitato di gestione del campo Rom.

«La situazione mi ha lasciato spiazzato - ha detto il primo cittadino – e le persone che vivono lì ancora non riescono a controllare la gestione dei rifiuti. Abbiamo valutato con l’azienda del servizio di igiene urbana di garantire il necessario ausilio per una corretta raccolta da insegnare alle nuove generazioni. I giovani, infatti, subiscono il modello educativo degli adulti». L’assessore Nuvoli ha intanto assicurato la rimozione dei rifiuti tossici. «L’impegno di spesa è stato fatto così come l’affidamento del servizio ma ci stanno facendo aspettare troppo per la caratterizzazione dei rifiuti – ha aggiunto Nuvoli – e delle due baracche andate a fuoco».

I cinque abbattimenti delle baracche insieme alle bonifiche effettuate lo scorso anno erano state fatte a costo zero. Nell’ultimo sopralluogo con il personale dell’ufficio Ambiente è però emerso di nuovo il problema dei rifiuti, con cumuli di immondizia ancora diffusi in tutto il campo, ma – prosegue l’assessore – dopo due giorni i Rom avevano accatastato e smistato i rifiuti sia all’interno sia nel perimetro del campo per una corretta raccolta del materiale. Abbiamo provveduto a consegnare i bidoni per far sì che famiglia per famiglia si possa fare la differenziata. Di sicuro per le bonifiche sono necessarie nuove risorse».
23:38
Il capo di gabinetto della Presidenza della Regione autonoma della Sardegna ha incontrato i sindaci di Decimoputzu e Villasor e ha ribadito il giudizio negativo all´impianto
10:18
La situazione delle riserve idriche accumulate nel Sistema idrico multisettoriale della Sardegna è stata esaminata ieri pomeriggio (mercoledì), a Cagliari, dalla Cabina di regia istituita dal Comitato istituzionale dell’Autorità di bacino della Sardegna
17/1/2018
Per garantire la continuità dei servizi postali e finanziari ai cittadini, per tutto il periodo dell’intervento, sarà disponibile in Piazza dei 45 un Ufficio Postale Mobile
© 2000-2018 Mediatica sas