Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieportotorresCulturaLibri › Éntula: la scrittrice cubana Pintado a Porto Torres
M.P. 1 novembre 2017
La scrittrice cubana Mylene Fernández Pintado presenta “L´angolo del Mondo” (Marcos y Marcos) sabato 4 novembre a Porto Torres
Éntula: la scrittrice cubana Pintado a Porto Torres


PORTO TORRES - La scrittrice cubana Mylene Fernández Pintado presenta “L'angolo del Mondo” (Marcos y Marcos) giovedì 2 novembre a Tempio Pausania e sabato 4 novembre a Porto Torres. Nello scenario memorabile della grande rivoluzione caraibica, una donna guarda negli occhi i suoi fantasmi e ritrova finalmente se stessa. C'è Cuba e c'è chi a Cuba ha deciso di restare, nell'ultimo appassionante romanzo di Mylene Fernández Pintado L'angolo del mondo (marcos y marcos). La scrittrice lo presenta a Tempio Pausania e a Porto Torres nell'ambito del festival letterario diffuso Éntula, organizzato dall’associazione Lìberos.

Il primo appuntamento è giovedì 2 novembre alle 18 alla Libreria Bardamù di Tempio Pausania con Sara Ardovini Guarcini. Sabato 4 novembre si replica a Porto Torres, sempre alle 18, alla Libreria Koinè Ubik con Federica Meloni. L'angolo del Mondo (Marcos y Marcos). Davanti agli occhi l’oceano dell’Avana che risplende; nel cuore il peso di una vita che non decolla. Marian insegna all’università, ma tiepidamente; i rapporti sporadici con l’ex marito sono bocconi che non nutrono. È un libro a far scoccare la scintilla: incaricata di scriverne la prefazione, Marian ha incontri tempestosi con Daniel, scrittore vulcanico, seducente e di quindici anni più giovane.

Il fuoco che divampa è travolgente, annulla differenza d’età, dubbi, reputazione, appuntamenti mancati. Stesi sul pavimento fresco a bere granita dopo aver fatto l’amore, Daniel e Marian sono vicinissimi, eppure tutto un oceano li separa: l’Atlantico che Daniel le propone di attraversare insieme, con il sogno di un mondo migliore. Marian cammina lungo il Malecón, fra il traffico e le onde, su quella terra che sente sua. Seguire un sogno di superlativi immaginari, un amore sbilenco, o abbracciare la sua Cuba, dissestata eppure splendida di natura e di storia, e trarne la forza per cambiare la realtà presente?

Mylene Fernández Pintado è nata all’Avana nel 1963. Avvocato di formazione, dice di aver cominciato a scrivere quando si è trovata a passare molto tempo in casa per accudire il figlio appena nato. Da allora ha pubblicato romanzi e racconti, tradotti in molte lingue, vincitori e finalisti di premi prestigiosi in Europa e negli Stati Uniti, oltre che in America Latina, letti regolarmente alla radio e alla televisione cubane e messicane. Della sua famiglia d’origine, dopo la scomparsa dei genitori, è l’unica a essere rimasta a Cuba, “come una specie di sentinella”. In Italia ha pubblicato il romanzo Altre preghiere esaudite (Marco Tropea Editore) e racconti in varie antologie. Vive tra L’Avana e Lugano.
15:02
Giovedì sera, lo scrittore sarà ospite della Biblioteca dell´Associazione Impegno rurale per presentare, durante un evento organizzato dalla Libreria Cyrano in collaborazione con il Festival Entula, il suo romanzo “Un giorno di festa”. Una nuova avventura del commissario Mordenti e della sua squadra: Les Italiens
© 2000-2017 Mediatica sas