Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziecagliariCulturaManifestazioni › Ritorna il Festival Lei
Red 4 novembre 2017
In programma tra Cagliari e Sassari la seconda edizione della manifestazione che unisce lettura, emozione ed intelligenza. Da giovedì 30 novembre a giovedì 14 dicembre, in campo La felicità
Ritorna il Festival Lei


CAGLIARI - Viviamo emozioni attraverso i libri che leggiamo, ma è con la mediazione dell’intelligenza che trasformiamo le emozioni in sentimenti e sviluppiamo nuove e più vere relazioni con l’ambiente che ci circonda, con gli altri uomini, e infine con noi stessi. Capire la felicità oggi, intenderne il senso nel presente, consente di creare una mappa per delineare i percorsi individuali e collettivi, ma soprattutto consente di capire la direzione verso cui le società si muovono. Cos’è, ma anche cosa non è la felicità? Dietro cosa si nasconde e come è possibile raggiungerla se, come dicevano gli antichi greci, l’eudaimonia è il fine ultimo dell’agire umano? Di questo ed altro si parlerà da giovedì 30 novembre a giovedì 14 dicembre, a Cagliari ed a Sassari, nel corso degli appuntamenti in programma per la seconda edizione del Festival regionale “Lei-Lettura emozione intelligenza”, organizzato dalla Compagnia B, con la direzione artistica di Alice Capitanio.

Un tema, quello della felicità, che si svilupperà declinandosi nei diversi settori delle attività umane: letteratura, psicologia, filosofia, pedagogia, teologia, economia sostenibile, comunicazione, arte e teatro; attraverso incontri con grandi autori, interviste, lectio magistralis, workshop, reading, cene multiculturali, laboratori, mostre, concorsi e laboratori per bambini e ragazzi. Il progetto Lei si caratterizza per la volontà di proporsi come un evento a forte impatto sociale, esprimendosi principalmente attraverso azioni finalizzate a promuovere la lettura in luoghi in cui di lettura c’è davvero poco o niente, luoghi in cui leggere può diventare davvero uno strumento di conforto, detonatore di sopravvivenza e di miglioramento delle condizioni umane: ne sono alcuni esempi il laboratorio di Philosophy for community all'istituto penitenziario di Uta; i tanti laboratori di promozione alla lettura per italiani e stranieri: lo racconto io, Cucinare le parole, Il diritto (e il rovescio) alla felicità: una dichiarazione d'indipendenza, che vengono realizzati nei centri di mediazione culturale (Gus di Uta, Arcoiris di Quartu Sant'Elena, Circolo Arci di Sassari); i dieci laboratori in cui gli studenti universitari incontrano gli studenti delle scuole medie e superiori per incuriosirli alla lettura attraverso le descrizioni di diversi libri classici e contemporanei, la donazione e la raccolta di libri usati negli autobus e nelle piazze della città, gli incontri di lettura animata negli ospedali dedicati ai bambini ospedalizzati, gli incontri in tutta l’Isola per parlare di mercato equo e solidale nell’ambito dell’editoria, senza dimenticare i reading durante le cene multiculturali, il laboratorio di Philosophy for children, le serate di ballo a ritmo di swing e tango, attività che aiutano a considerare il valore della lettura e del libro non solo come attività di isolamento ma come strumenti di socializzazione e di scambio culturale.

Per consentire una maggiore fruizione da parte delle categorie svantaggiate, quest’anno saranno disponibili i servizi di accompagnamento per non vedenti (in collaborazione con l’associazione Fish Sardegna onlus) e sarà disponibile un servizio di respeaking e servizio di traduzione per non udenti (in collaborazione con l’associazione OnAir). Ospiti dell’edizione 2017 saranno Eugenio Borgna, Umberto Galimberti, Vittorio Cogliati Dezza, Michela Marzano, Vito Mancuso, Simona Argentieri, Barbara Sgarzi, Alessandro Mari, Giulio Cesare Giacobbe, Jessica Joelle Alexander, Tim Lomas, Salvatore Natoli, Daniel Lumera, Antonella Lattanzi, Remo Bodei, Leonardo Becchetti, Leonardo Caffo, Igor Sibaldi, Andrea Colamedici e Maura Gancitano.

Nella foto: Jessica Alexander
Commenti
21:02
Musica, e non solo. In cinque angoli diversi della Sardegna: da Porto Torres con la sua isola parco, l’Asinara, ad Alghero, dall’area marina di Tavolara ai nuraghi di Nuoro e di Barumini.
20/4/2018
Per il quinto anno consecutivo la città di Castelsardo apre il suo cuore alla Sclerosi laterale amiotroficae si mobilita per raccogliere risorse da destinare alla ricerca scientifica, quale unico strumento in grado di trovare al più presto una cura e fornire risposte concrete alle persone malate
© 2000-2018 Mediatica sas