Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroAmbienteAmbiente › Escursioni nel sentiero costiero della Nurra
Red 6 novembre 2017
Domenica, il primo appuntamento con ExplorAlghero è con un sentiero selvaggio in un territorio aspro e battuto dal vento. Il percorso proposto ricalca un tratto del sentiero costiero della Nurra
Escursioni nel sentiero costiero della Nurra


ALGHERO - Questa stagione di trekking prevederà diversi nuovi appuntamenti, ci sarà un ciclo di escursioni dedicate alle principali cascate presenti nel nord ovest della Sardegna tra cui quelle di Capu Nieddu, quelle di Triulintas e quelle di Sedini. Previste visite, tra gli altri, ai percorsi sul Monte Limbara, nella Valle della Luna di Capo Testa, nell'alto Temo, sul Monte Traessu e sul Monte Pisano. Il calendario verrà definito man mano che si svolgeranno le attività. La prima escursione vedrà protagonista “Il Sentiero costiero della Nurra”. Domenica 12 novembre, il primo appuntamento è con un sentiero selvaggio in un territorio aspro e battuto dal vento. Il percorso proposto ricalca un tratto del sentiero costiero della Nurra ed in particolare si tratta di un anello che dalla Località La Pedraia scende lungo la costa per raggiungere la Spiaggia della Frana e risalire poi gli aspri crinali.

La vegetazione modellata dall'impetuosità del vento in singolari forme fa da cornice alle ripide falde delle scogliere che si stagliano sulle acque cristalline, disegnando degli scenari mozzafiato. Il percorso ha una lunghezza di circa 7chilometri, andata e ritorno, con un dislivello di circa 300metri e pendenza massima del 35percento. Il tracciato presenta un fondo prevalentemente incoerente su base rocciosa. L'escursione, di livello “Ee” (escursionisti esperti), avrà una durata di circa cinque ore e prevederà un numero massimo di partecipanti pari a trenta. Pertanto, si rende obbligatoria la prenotazione entro sabato mattina. Sono indispensabili un discreto allenamento alle lunghe camminate su terreni accidentati con forti pendenze, scarpe da trekking, assenza di veritgini ed un abbigliamento adatto alla stagione e una buona riserva di acqua.

Gli organizzatori consigliano di portare un pasto al sacco che consumeremo a metà percorso. Exploralghero raccomanda a tutti i partecipanti di considerare bene le informazioni sulle difficoltà del percorso ed equipaggiamento richiesto, prima di prenotare. Il percorso potrebbe variare, se si dovesse riscontrare la presenza di battute di caccia in corso. Inoltre, l'organizzazione si riserva di annullare l'escursione se le condizioni meteo non saranno ottimali o se non si raggiungerà il numero minimo di partecipanti. Il ritrovo al Piazzale della Pace, davanti al porto, è previsto per le 8.30. Un quarto d'ora dopo, partenza verso La corte, dove verranno incontrati eventuali partecipanti provenienti da altri Comuni. Inizio escursione alle 09.30, mentre la fine è prevista attorno alle 15. Il prezzo per l' escursione è di 15euro a persona. Per ulteriori informazioni e prenotazioni, è possibile telefonare ai numeri 331/3400862 o 079/942111 (tutti i giorni, dalle 9 alle 16) o inviare una e-mail all'indirizzo web info@exploralghero.it.
Commenti
17:10
Dopo Fertilia, nuovi contenitori per la raccolta differenziata in distribuzione per le utenze del centro storico di Alghero. Mercato aperto fino al 30 novembre. Nuovo calendario dal 1 dicembre per il porta a porta
20/11/2017
Domenica, nuova escursione attraverso un territorio aspro e selvaggio, quello della costa lungo la litoranea Alghero-Bosa. Il percorso proposto è un anello che si sviluppa lungo i crinali di basalto e trachite che scendono ripidi verso il mare. Qui le rocce e la vegetazione sagomata dal vento dominano sulle acque cristalline di Cala Ittiri, meta dell´escursione
21/11/2017
L´assessore regionale della Difesa dell´Ambiente Donatella Spano ha inaugurato a Nuoro la manifestazione, alla presenza degli assessori Barbara Argiolas, Cristiano Erriu e Luigi Arru
20/11/2017
Presentato il progetto definitivo per la tutela della spiaggia della Pelosa. La Regione lo ha finanziato con cinque milioni di euro
© 2000-2017 Mediatica sas